HOME - Interviste
 
 
14 Aprile 2021

La priorità sanitaria della vaccinazione degli odontotecnici

Confermata l’identità di obiettivi tra ANTLO e  CIOd: gli odontotecnici sono parte integrale del comparto odontoiatrico all’interno di quello sanitario


La battaglia per la vaccinazione in forma prioritaria degli odontotecnici appartenenti all’area sanitaria (Arte ausiliaria sanitaria) è stata vinta, come si evince dalla tabella Istat e dalla collocazione ministeriale”. 

Lo annunciano con soddisfazione ANTLO e CIOd, due sigle odontotecniche da tempo in sintonia sui punti essenziali oggetto della politica associativa di entrambe. Fin dalla presidenza di Massimo Maculan (ANTLO) e Claudio Vittoni (CIOd), infatti, il dialogo tra i dirigenti delle due associazioni era ripreso, in uno spirito di amicizia inesistente in precedenza, pur considerando che i massimi esponenti del CIOd risultavano usciti da ANTLO.  

Con le attuali presidenze di Mauro Marin (ANTLO) e Luigi  Benvegnù (CIOd) sugli obiettivi essenziali i rapporti si sono rinsaldati:  sul percorso legislativo con profilo in area sanitaria, la  laurea breve ed esclusività della produzione di protesi oltre chè sull’appartenenza all’area sanitaria degli odontotecnici, evidenziata ora proprio dalla vaccinazione prioritaria.  

“E’ fondamentale per la categoria che il fronte sia più unito possibile”, ribadiscono dicono all’unisono i due presidenti.  Sull’intesa creatasi con la CIOd, Mauro Marin si sofferma in particolar modo: “Riteniamo che l’avere a che fare con un’Associazione pensata, creata e gestita da odontotecnici sia un aspetto determinante. Specie se si basa sulla volontà certa di costruire un futuro migliore per la categoria, senza preconcetti ne ambizioni personali”.  

Abbiamo sempre ripetuto – aggiunge - che la storia, la conoscenza del passato e delle battaglie siano la chiave per cambiare il nostro futuro. Con CIOd su questo tema ci troviamo perfettamente d’accordo. Ne sono garanzia le attività alle quali i dirigenti hanno preso parte”. 

Altro aspetto importante (e comune ad entrambe le sigle) è la consapevolezza dell’importanza dell’associazionismo: “CIOd e ANTLO – osserva Benvegnu’ - sono assolutamente a favore della più ampia condivisione con le Associazioni di categoria che nutrano la nostra stessa visione di crescita del comparto”. “Quello che, inspiegabilmente, non è avvenuto sui vaccini – osserva tuttavia Marin- almeno  stando al numero di sigle esistenti nella filiera”.  Secondo i due presidenti, le ultime vicende legate al Covid e alla gestione dei piani vaccinali non lasciano più alcun dubbio sulla collocazione degli odontotecnici nel comparto dentale italiano.

All’unisono entrambe ANTLO e CIOd rifiutano infatti anche la minima allusione agli odontotecnici fuori da tale comparto: “Un’area politica di 600 mila addetti, con affinità pressoché perfette – ribadiscono - non può essere scambiata con qualsivoglia forma di ingegneria o artigianato”. 

Articoli correlati

Si è tenuto sabato 9 ottobre a Roma il 14° Congresso Politico ANTLO che ha proceduto ad eleggeregli organi associativi e ad approvare il documento politico contenente le linee guida...


Sono lontani dal punteggio premiante. Circa 9mila quelli che hanno inviato la dichiarazione ISA nel 2020, oltre 16 mila gli addetti occupati


Quelli con il solo titolare calando quasi del 50%, cresce ma di poco il fatturato rispetto alla denuncia 2018


Campagna informativa di Confartigianato odontotecnici e SNO-CNA per informare il cittadino sul nuovo Regolamento sui dispositivi medici e sensibilizzarlo sulla protesi di qualità 


Può essere anche il titolare del laboratorio a patto che ne abbia i requisiti, oppure può essere responsabile di più fabbricanti  


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


L’approfondimento odierno doveva essere sul nuovo Decreto con l’obbligo vaccinale (terza dose inclusa) esteso anche ai dipendenti non sanitari che da domani diventa operativo (ma come abbiamo...

di Norberto Maccagno


Verificate quasi 5 mila posizioni. Chi sorpreso a lavorare è stato denunciato per l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione sanitaria. Ecco tutti i casi odontoiatrici segnalati


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
 
 
chiudi