HOME - Lettere al Direttore
 
 
30 Luglio 2018

Solo il lessico si evolve? Oppure questioni di lessico

Alcune riflessioni di Maria Sofia Rini sull’odontoiatria “commerciale”


Oggi nel corso di una consulenza odontoiatrico-legale una giovane contrita signora mi parlava disperata dei guai insorti a seguito di interventi odontoiatrici realizzati ora dal dott. Tizio, ora dalla dott. Sempronio, ora dal dott. Caio presso un centro odontoiatrico scelto per le sue tecnologie d’avanguardia. Sofferenza patita e rabbia provata erano state talmente grandi che la signora aveva perfino protestato con il Commerciale. 

“Lei, signora, comprerebbe le cure cardiologiche da un commerciante?” le ho chiesto istintivamente, ma lei pronta “...ma anche la sua segretaria è un commerciale!”. Certo, ha un ruolo amministrativo, ma da me si chiama segretaria e, soprattutto, i miei pazienti se hanno qualcosa da dire la dicono a me! 

Probabilmente sono una vecchia odontoiatra, con idee e motivazioni obsolete, addirittura credo ancora nel “rapporto di cura”, nella condivisione di percorsi terapeutici in una concezione più etica e meno commerciale della professione odontoiatrica e medica. Ancora credo che sia mio dovere tutelare la salute direttamente, non attraverso rapporti mediati e imposti da meri elementi commerciali.  

Il lessico, però, segue le evoluzioni del sentire sociale.

Onestamente parlando forse il problema non sono i centri o i low-cost. Il vero problema è che tutto sta cambiando, anche la nostra professione medica. È un cambiamento solo apparentemente superficiale. Non è una questione di termini, è un cambiamento lento, ma costante che progressivamente e in forma indolore mette radici profonde, mentre tutti noi pian piano ci adeguiamo...accettiamo con naturalezza lo snaturarsi di una professione e di una società.

Il sogno di molti neo-laureati non è più uno studio proprio, creato, cresciuto con entusiasmo e sacrifici. Il vero sogno è poter utilizzare quanto di più avanzato (e costoso) la scienza medica e la tecnologia offra.  

Conoscenza approfondita, provata competenza, esperienza........parole inutili, tanto tutto cambia velocemente e, a questo punto, è solo questione di lessico? 

Dott.ssa Maria Sofia Rini, odontologo forense, presidente Accademia Italiana Odontoiatria Legale, 

Articoli correlati

Dopo aver letto l'intervista alla dottoressa Clelia Mazza sulla medicina narrativa in cui esalta i benefici della medicina narrativa, la prima cosa che ho pensato è stata: sì, è...


Altri Articoli

A denunciare un diplomato odontotecnico di 55 anni di Palermo, con l’accusa di esercizio abusivo della professione sanitaria, sono stati i carabinieri del NAS. Secondo quanto riportato dalla...


“Il meccanismo delle detrazioni sanitarie - è più costoso, regressivo e diseguale territorialmente rispetto a quello degli oneri deducibili applicato alla Sanità Integrativa. Si tratta, inoltre,...


Da oltre mezzo secolo l’Acse, l’ambulatorio dei Padri Comboniani, di via del Buon Consiglio a Roma, rappresenta un punto di riferimento per tutte quelle persone costrette ai margini della vita...


Riconoscere, per legge, una valenza specialistica alla Laurea in Odontoiatria, in modo che i laureati possano partecipare ai concorsi per i ruoli dirigenziali di competenza nel Servizio Sanitario...


Henry Schein ha annunciato oggi che Henry Schein One ha acquisito Elite Computer Italia S.r.L. (Elite), un’azienda di software a servizio completo in grado di offrire soluzioni all’avanguardia...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi