HOME - Lettere al Direttore
 
 
15 Ottobre 2018

AIO Roma sulla tassa dei rifiuti

Grazie al nostro lavoro, odontoiatri e medici hanno ottenuto l'agevolazione


Egregio direttore,

Abbiamo letto su Odontoiatria33 la ricostruzione della annosa questione TARI Roma e vorremmo correggere alcune inesattezze.A Roma la questione TARI era ferma dal 2013, anno dell'ultimo regolamento comunale pubblicato.

Gli incontri avuti dalla CAO-ANDI di allora con l'AMA, l'azienda comunale dei rifiuti, garantivano una esenzione del 30% delle aree cliniche e del 100% della sola area sterilizzazione. Sul sito dell'Ordine fu riportato, però, che il successivo regolamento avrebbe sancito l'esenzione totale. Il regolamento successivo non è stato più emanato, ma molti colleghi si sono trovati a fare cause contro l'AMA sulla base di notizie inesatte, spesso appoggiati dalla stessa CAO, che si vantava di aver risolto il problema.Il link è presente tuttora sul sito OMCeO Roma

Nel 2013 la Legge 147 di stabilità mette finalmente nero su bianco che le aree cliniche da esentare sono quelle in cui la produzione di rifiuti speciali è prevalente e non più solo esclusiva. Sulla base di questo, solo nel 2017, con la nuova giunta capitolina alle prese con la redazione del nuovo regolamento TARI, sono cominciati gli incontri di AIO Roma con i vertici AMA e con gli assessori di bilancio e ambiente del comune di Roma.

Ovviamente tutto questo è documentato da email.

Il 30 Marzo 2018 viene emanato il nuovo regolamento TARI, che però a sorpresa mantiene delle pesanti inesattezze. Essendo passati i 60 giorni utili per il ricorso al TAR, nonostante i vari incontri succedutisi, vista l'impossibilità di avere una circolare chiarificatrice per le vie ordinarie, AIO Roma decide di fare ricorso al Presidente della Repubblica contro il Comune di Roma.

A quel punto, dopo che il nostro ricorso è stato recepito il 16 luglio, come riportato anche dalla sua rivista, siamo stati convocati a inizio agosto dall'ufficio Risorse Economiche del Comune di Roma e abbiamo finalmente sbloccato la situazione, che poi si è definitivamente chiarita con un'email dell'ufficio della Sindaca che comunicava al dott. Colasanto l'avvenuta emanazione della circolare esplicativa, da noi, con grande correttezza, subito trasmessa ai vertici di CAO e ANDI. Nel frattempo successivamente al nostro, anche ANDI Roma ha fatto il suo ricorso.

La ringraziamo per lo spazio concessoci.

Dott. Giovanni Migliano: Presidente AIO Roma

Dott. Danilo Savini: Segretario Sindacale AIO Roma

Dott. Stefano Colasanto: Segretario Culturale AIO Roma

Articoli correlati

Nelle superfici in cui si producono rifiuti speciali non è dovuta la TARI ma incombe sul contribuente l’onere della prova.È questa la sintesi delle indicazioni del Ministero della Finanze rese...


Una Circolare chiude a favore degli odontoiatri una querelle durata anni


cronaca     16 Luglio 2018

Normativa sui rifiuti a Roma.

Ricorso AIO Roma contro il nuovo regolamento TARI


Ha lasciato un bidone con all'interno "calchi per le protesi dentali" vicino al cassonetto della raccolta dei rifiuti, si legge sulla stampa locale, e per questo il titolare di un laboratorio...


La Commissione Tributaria provinciale di Roma che ha accolto il ricorso di un medico-odontoiatra al quale l'AMA (la società che si occupa della gestione dei rifiuti della Capitale) sancendo lo...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi