HOME - Lettere al Direttore
 
 
19 Febbraio 2019

Indennità per invalidità per dentisti e medici. Alcune precisazioni del dott. Mele


Egregio Direttore,  

la notizia dell’entrata in vigore della “indennità per invalidità assoluta temporanea” per il liberi professionisti ENPAM non è di quelle che passano inosservate perchè, a fronte di casi che si spera limitati, andrà a coprire situazioni di disagio economico legate a lunghi periodi di inattività per gravi problemi di salute.
Tanto importante che per i colleghi degli altri Fondi ENPAM esiste praticamente da sempre. Altro elemento che dimostra l’importanza di questa nuova tutela è l’inizio della corsa a prendersene il merito. Fenomeno decisamente umano, ma possibilmente senza troppo stravolgere la realtà, neanche in un clima evidentemente preelettorale.
Quando la Consulta approvò il mio progetto affermai che condividevo volentieri con i colleghi il merito di questa conquista (anche se in verità si trattava di cancellare una disparità di trattamento), ma da questo a lasciare che qualcun altro se ne prenda il maggior  merito ce ne corre.
Dalle pagine di Odontoiatria33 il dottor Pasquale Pracella ostenta grande entusiasmo per un risultato al quale avrebbe lavorato per ben 19 anni. Peccato che la storia sia un’altra e che non abbia dimostrato altrettanto entusiasmo quando chiesi la sua adesione alla mia iniziativa di indire una riunione straordinaria della Consulta per proporre all’ENPAM un mio progetto dettagliato su tale tutela per i sanitari liberi professionisti, tutela che non era mai stata affrontata in passato.
La riunione si svolse ugualmente solo grazie all’adesione di altri colleghi, molti dei quali non fanno più parte della nuova Consulta. In quella sede il dottor Pracella avanzò forti dubbi sulla mia proposta, a causa di possibili interferenze, se non addirittura ostacoli, al c.d. Progetto Quadrifoglio che nel frattempo l’ENPAM stava sviluppando e ci invitò a riflettere bene prima di approvare la proposta.
Peccato che il Progetto Quadrifoglio non prevedesse niente di simile, a meno che non si parli della polizza sanitaria a pagamento, mentre la nuova indennità  è cosa diversa e soprattutto verrà sostenuta dai contributi che già versiamo. Anche perchè avevo non dico dimostrato, ma perlomeno spiegato, che le coperture finanziarie lo consentivano.
Dopotutto anche io ho passato lo stesso numero di anni in ENPAM, seppure in posizioni più defilate, e qualcosa ho imparato. La svolta decisiva fu data dal Presidente Oliveti che si disse invece convinto e chiese agli uffici di trasformare la mia proposta in un progetto definitivo.
La Consulta approvò. I tempi tecnici che il dottor Pracella illustra con tanta dovizia dimostrano altresì la mancanza di una visione d’insieme che è stata la vera causa di questi ritardi, pur non potendo negare la lentezza ministeriale. Infine, in questi quattro anni non mi risulta che i nostri rappresentanti in seno al CdA si siano adoperati sulla questione più di tanto, ma forse mi sbaglio, dopotutto sono gli unici Verbali che non ho a disposizione…

Dottor Renato Mele: Rappresentante toscano nella Consulta ENPAM della libera professione  

Articoli correlati

Si completata l'Assemblea Nazionale ENPAM, a fine giugno l’elezione del nuovo CDA


Oliveti: “siamo stanchi di ritrovarci sempre discriminati e per giunta tassati. È ora che il Governo corregga il tiro”


Per la Quota B successo della lista ANDI. Gianfranco Prada sarà il rappresentante degli odontoiatri nel Comitato consultivo Quota B. Ecco l’elenco dei rappresentanti regionali eletti


Come votare e per cosa gli odontoiatri sono chiamati al votare. Ecco liste ed indicazioni operative per svolgere il proprio diritto. Si vota dalle 8 alle 21:30


La prima tranche di aiuti pronti ad essere versati. Per richiedere il saldo ENPAM consiglia di farlo dal 22 maggio


Altri Articoli

Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


La Società spagnola per il diabete (SED) e la Società spagnola di parodontologia portano l’attenzione sul malato diabetico ed i rischi in questo periodo di Covid-19. Raccomandata la massima...


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni