HOME - Lettere al Direttore
 
 
31 Luglio 2019

I problemi dell’Accordo Collettivo Nazionale della Specialistica Ambulatoriale

Stefano Palminteri specialista ambulatoriale ASP di Caltanissetta:“strumentalizzata la legge Balduzzi che non impone nessun obbligo per gli odontoiatri”


Gentile direttore  

Leggendo i vostri articoli sulla questione dell’obbligo della specializzazione per gli odontoiatri che vogliono esercitare all’interno delle strutture pubbliche del SSN, vorrei portare il mio pensiero. Innanzitutto in tema di ACN, che sta per essere rinnovato e la cui bozza, ancora in fase di rimodulazione, è stata sottoscritta recentemente dal Sumai e da altre sigle sindacali, vorrei evidenziare anche un’altra questione, che non mi sembra sia stata approfondita sul vostro giornale ed è quella dell’art. 54.
Tale articolo prevede che i medici prossimi alla pensione possano cedere, se lo desiderano e lo ritengono opportuno, parte del proprio monte ore settimanale (38ore), da redistribuire agli altri specialisti ambulatoriali con un’età inferiore ai 43 anni attraverso dei bandi pubblici.Il problema sta nel fatto che a molti medici di 45-50 anni non ancora con il monte ore completo, verrebbe preclusa ,dopo anni di precariato, la possibilità di raggiungere le 38 ore settimanali perché esclusi dai bandi pubblici.

Inoltre gli specialisti ambulatoriali spesso sono costretti ad espletare i propri turni in aziende diverse e l' Art 54 del nuovo ACN limiterebbe la possibilità di trasferimento dello specialista  in altre sedi per motivi logistici-familiari.Sempre nel nuovo testo dell'ACN c’è l’articolo riguardante il diploma di specialità per gli odontoiatri, l’ Art.19 comma 4, che ha mal interpretato il DL189/12, creando la possibilità di una sua  strumentalizzazione con la conseguenza di una  limitazione di fatto del servizio di odontoiatria pubblica già carente e di una sua esternalizzazione a soggetti privati.

La legge Balduzzi indica che è possibile partecipare ai concorsi nel SSN solo se in possesso di una specializzazione post-laurea.Ma questa legge non parla di “diploma di specializzazione”, parola che non viene mai menzionata, ma di “titolo di specializzazione” ed anzi apre anche a titoli di specializzazione affini.

La laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria è per legge equipollente ad una specializzazione

Si fa riferimento al DPR n. 483 del 10.12.1997 e anche in questo caso viene richiesta la specializzazione e mai il diploma.La legge del 24 luglio 1985 n. 409 riconosce infatti ai laureati in odontoiatria il titolo di specialista.Pertanto l’articolo 19 precluderebbe agli odontoiatri la possibilità di partecipare ai bandi per la specialistica ambulatoriale, creando una grave discriminazione.Auspico che le norme del nuovo ACN vengano riviste, ma nello stesso tempo si stanno valutando azioni legali per richiedere il riesame dell’ACN; con un gruppo di specialisti presenteremo un’istanza al Comitato Aziendale della Specialistica di Caltanissetta per la rideterminazione di alcuni articoli dell’ACN in fase di rinnovo.

Tramite il Comitato Aziendale Asp si potrà procedere all’inoltro al Comitato Regionale della Specialistica Ambulatoriale presso Assessorato alla Salute dove verrà attenzionata l’ipotesi di riordino.
Qualora però il Comitato Regionale della Specialistica dovesse ritenere appropriata la rimodulazione di alcuni articoli, congiuntamente al preposto assessorato, si procederà all’inoltro a Roma presso il SISAC.  

Dott. Stefano Palminteri: Specialista Ambulatoriale Odontoiatra Asp di Caltanissetta 

Articoli correlati

Onorti: ‘’Non vorremmo che dietro questa decisione, ci fosse il disegno di voler smantellare il servizio ambulatoriale odontoiatrico pubblico


Interrogazione dell'On Wanda Ferro al Ministro Grillo per potenziare assistenza odontoiatrica nel SSN rilanciando proposte CIPOOOCMF – ANPO


La fotografia degli specialisti iscritti all’Albo laureati in odontoiatria e di quelli laureati in medicina


L’On. Boldi presenta interrogazione al Ministro della Salute lamentando anche le diseguaglianze territoriali dell’assistenza odontoiatrica pubblica


Presentate le integrazioni al programma di odontoiatria sociale già attivo nella Regione


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi