HOME - Lettere al Direttore
 
 
07 Aprile 2020

Elezioni ENPAM, le perplessità del SUSO

Lettera aperta al presidente ENPAM Alberto Oliveti del presidente SUSO Gianvito Chiarello che chiede il rinvio al prossimo autunno


Caro Presidente 

Al picco della pandemia, con 120 mila medici e odontoiatri liberi professionisti senza lavoro, che aspettano lo sblocco delle risorse finanziarie ENPAM per far fronte a una gestione professionale oggi a zero incassi, Lei ha sorpreso tutti, convocando in anticipo le elezioni: il prossimo 17 maggio saremo infatti chiamati a rinnovare per il quinquennio 2020/2025  gli organi dirigenziali della Fondazione, Assemblea Nazionale e Comitati Consultivi, destinati a guidare ENPAM per i prossimi cinque anni.  


Le confesso di essere perplesso, per almeno tre motivi:


1) In piena emergenza sanitaria nazionale non c’è appuntamento partecipato, importante o meno, che non sia stato rinviato. Dopo l'estate slitteranno quasi certamente anche le elezioni regionali, mentre ENPAM, con le elezioni di maggio, sarà addirittura in anticipo rispetto a giugno 2015, data dell’ ultima tornata. 


2) A norma di Regolamento le liste elettorali devono essere presentate almeno un mese prima, ossia entro il 17 aprile. Per sostenere le candidature di una lista in quota B occorrono circa 1000 firme valide, un’operazione piuttosto ardua, lei ne converrà, da svolgere in due settimane, considerati i tempi che stiamo vivendo.


3) La partecipazione democratica ai processi decisionali del nostro Ente previdenziale verrebbe notevolmente favorita, in caso di rinvio, dalla possibilità di comporre più liste elettorali.
 Presidente, vorrei appellarmi al suo senso di responsabilità perché decida di rinviare questo importante appuntamento.

Lo faccia per tutti i medici che sono impegnati a salvare vite umane a scapito di quella propria. In questo clima di guerra aperta non credo che abbiano tempo da dedicare a una serena riflessione elettorale, per non parlare di una loro candidatura, oggi certamente impensabile. 

Conosco il suo impegno, perché venga approvata l’erogazione dei famosi 1000 euro ai medici e gliene diamo il giusto merito,  ma quanto alle imminenti elezioni, nel nome di una doverosa partecipazione democratica, la prego di voler disporne il rinvio al prossimo autunno. 


Gianvito Chiarello Presidente Nazionale SUSO 

Tag

Articoli correlati

L’obiettivo è fare in modo che la pensione spettante a vedove e orfani sia calcolata sull’importo a cui il familiare deceduto avrebbe avuto diritto al termine della propria carriera


In attesa dell’approvazione definitiva, ed il conseguente rimborso delle ritenute versate agli iscritti, AIO ed ANDI plaudono la decisone del Parlamento


Non saranno tassati gli aiuti Covid attivati dall’ENPAM. Oliveti: il Parlamento ha fatto giustizia, non aveva senso che i professionisti in difficoltà pagassero le tasse sugli aiuti


Cambia il meccanismo per ricevere la pensione supplementare per i pensionati che lavorano come professionisti 


Imposta dal Governo Monti, ecco quanto ha inciso sui bilanci dei contribuenti la riforma del sistema contributivo


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta