HOME - Lettere al Direttore
 
 
12 Maggio 2020

AAOO: noi in viaggio verso obiettivi comuni anche se su veicoli diversi

ANTLO, SNO/CNA e Confartigianato odontotecnici rivendicano un lavoro unitario verso specifici obiettivi comuni ma anche una rappresentanza ad ampio respiro per gli odontotecnici in quanto imprenditori


Gentile direttore 

Abbiamo letto con attenzione la lettera inviata da Nicola Pilla, uno di padri fondatori dell’associazionismo odontotecnico italiano.
Ci permetterà non certo di replicare ma di enfatizzare l’appello che Nicola ha voluto trasmettere attraverso Odontoiatria33, ovvero la necessità per la categoria odontotecnica di una unità di intenti. 

Unità di intenti che secondo noi non deve per forza essere letta come unica rappresentatività.  

Per quanto riguarda l’unita di intenti, che poi nel senso pratico vuole dire battersi per ottenere gli stessi risultati, già da tempo percorriamo questa strada. 

Alla fine di giugno dello scorso anno i rappresentanti delle tre associazioni più rappresentative ANTLO, SNO/CNA e Confartigianato odontotecnici si sono riuniti per firmare un documento d’intesa per ribadire i punti irrinunciabili per la categoria odontotecnica: riconoscimento dell’odontotecnico come fabbricante in relazione al nuovo regolamento europeo e riconoscimento professionale. LINK Problemi comuni non solo alle tre sigle sindacali ma a tutto il comparto odontotecnico.  

Questo è il lavoro che insieme stiamo portando avanti; non necessariamente percorrendo le stesse strade ma certamente con un unico obiettivo, condividendo e confrontando i percorsi.  L’obiettivo comune è il futuro della nostra categoria, questo è innegabile. Tutti gli scenari possibili sono stati attentamente valutati, non possiamo assolutamente affidarci a soluzioni fantasiose e prive di ogni fondamento, anche considerando quanto nel passato è stato fatto. Questo ci fa assumere la consapevolezza che uniti, con obiettivi comuni, si possono raggiungere importanti risultati.

Magari in sede di trattative si è costretti a mediare, trattare o riformulare particolari richieste ma non certo a beneficio di interessi propri o semplice visibilità. Ben accetti dunque consigli e critiche, idee o impressioni ma non ulteriori frammentazioni, nuove associazioni o tutto ciò che possa dimostrare la non unitarietà del nostro comparto. 

Questo per problemi specifici, poi ci sono i problemi che toccano il comparto in quanto parte di un tessuto produttivo dove la nostra specificità professionale ma anche Sindacale non ci permetterebbe di ottenere non solo visibilità ma neppure considerazione. Come quelli che interessano il laboratorio odontotecnico in questa emergenza sanitaria ed economica in quanto impresa.  

Ed ecco, allora, la bontà di essere non solo Associazione sindacale della professione odontotecnica ma parte di Confederazioni. E questo ci consente di portare avanti battaglie comuni con le altre imprese commerciali ed artigianali ma anche ottenere agevolazioni e servizi che rimanendo da soli non avremmo mai potuto ottenere, se non altro per in numeri esigui del nostro settore. 

Quindi ha ragione Nicola quando chiede unità di intenti e di obiettivi da parte di noi dirigenti delle associazioni sindacali di settore, ma la stessa cosa la possiamo chiedere noi agli iscritti: evitate la frammentazione confluendo in gruppi che non riusciranno ad essere rappresentativi ma ancora ancora peggio è il non schierarsi pensando che sia inutile essere rappresentati.

Cosa più sbagliata da fare, anche e soprattutto in questi momenti di crisi e profonda trasformazione. 

Mauro Marin: presidente ANTLO

Gennaro Mordenti: presidente Confartigianato odontotecnici

Luigi Cleri: presidente SNO/CNA 

Articoli correlati

Molti i dubbi sulle modalità di applicazione per studi e laboratori. ANTLO: molto dipenderà dai decreti attuativi


CAO, ANDI, ANTLO, SNO/CNA, Confartigianato concordano un documento comune per dare indicazioni sui passaggi operativi che lo studio odontoiatrico e il laboratorio odontotecnico devono condividere


In questo articolo Enrico Ferrarelli e Gilberto Gallelli hanno messo a confronto i protocolli analogici e digitali prendendone il meglio da entrambi, documentando con immagini e video


Grazie all’accordo con ANTLO si apre la sezione odontotecnica nell’area clinica ospitando contributi tecnici curati dai Docenti di ANTLO Formazione


Cresce il fatturato mentre cala ancora il numero dei laboratori gestiti dal singolo titolare. Gli unici a crescere numericamente sono i laboratori organizzati in società di capitale


Altri Articoli

Presentato il suo nuovo sito internet con una nuova veste grafica e una soluzione di e-commerce migliorata, che offre una procedura d’ordine semplificata e più efficiente


Molti i dubbi sulle modalità di applicazione per studi e laboratori. ANTLO: molto dipenderà dai decreti attuativi


INAIL: 8 infezioni su 10 sono in ambito sanitario ma dopo il lockdow scendono tra le professioni sanitarie ed aumento di altri settori di attività. I pochi dati sull’odontoiatria, rassicurano


Tra le richieste anche quella di sostenere la produzione europea. Già oggi in commercio prodotti riciclabili che rispettano le indicazioni ministeriali, l’ambiente e risultando anche economici


Finisce davanti al giudice la richiesta di un ASO che riteneva i problemi a schiena e spalle fossero di natura professionale. Riconosciuto l’indennizzo per l’inabilità certificata


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio