HOME - Lettere al Direttore
 
 
24 Giugno 2021

Vaccinazione obbligatoria ai sanitari: troppi i ''principi forzati''

Si dice preoccupato il presidente CAO di La Spezia nel vedere trasformare la pandemia in una “guerra ideologica” che porta a passare sopra a principi inviolabili e ruoli costituiti


Egregio Direttore, avevo riflettuto a lungo (nell’immediatezza del D.L. n.44/2021) se rendere pubbliche queste mie riflessioni o se riservarle ad un (possibile ed auspicabile) “dibattito interno” tra Presidenti di Albo, soggetti maggiormente responsabili nel “dare esecuzione ai provvedimenti sanzionatori nei confronti degli iscritti”.Il rispetto che porto all’Istituzione ordinistica (e al ruolo che, pro tempore, ricopro) mi aveva convinto circa la bontà della seconda ipotesi. 

Tuttavia la circolare n.135, emanata a pochi giorni dagli incontri assembleari dei Presidenti, ha fatto decadere la possibilità del “dibattito interno” preventivo. La Federazione ha preso posizione senza “ascoltare” la propria base: i 106 Presidenti provinciali.La lettura della circolare mi ha lasciato, eufemisticamente, deluso, perplesso e sbigottito. Deluso nel leggere che un “ente pubblico sussidiario dello Stato” che agisce (anche) al fine di “promuovere ed assicurare l’indipendenza, l’autonomia e la responsabilità delle professioni e dell’esercizio professionale”, la “salvaguardia dei diritti umani e dei principi etici dell’esercizio professionale indicati nel codice deontologico” si releghi al ruolo di “mero esecutore” di provvedimenti altrui. 

Perplesso perché il ruolo “ponzio pilatesco” di “mero esecutore” lascia trasparire un autoassolvimento/autoesenzione nei confronti di profili di responsabilità civile, che invece ritengo proprio continuino a sussistere, essendo il provvedimento di sospensione “adottato tempestivamente dalla competente Commissione di Albo” (la discussione sulla tutela delle responsabilità, invece, la riservo al “dibattito interno”). 

Sbigottito nel sentire richiamare l’art.3 del Codice Deontologico (la tutela della propria ed altrui salute) a fondamento deontologico per l’annunciata sospensione dall’esercizio professionale del medico non ottemperante all’obbligo vaccinale (ed allora come la mettiamo, ad esempio, con i medici fumatori? Il fumo è un cancerogeno certo!).
Ancor più sbigottito qualora si confrontino le motivazioni poste nella legge quali  premesse a tale obbligo, con le evidenze scientifiche risultanti per questo specifico caso. 

Vede, caro Direttore, su questa tragica situazione pandemica (per fortuna in via di risoluzione) si è allestita una “guerra ideologica” che di fatto sta minando i principi posti alla base della convivenza civile in uno Stato di diritto.

Ma i principi sono inviolabili e quelli di rango superiore a quello legislativo (dalla Costituzione alla Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea, passando per la Dichiarazione di Helsinki e la Convenzione di Oviedo), in uno “stato di diritto”, costituiscono l’unico limite a che la maggioranza “pro tempore” possa scardinare e sconvolgere la convivenza sociale e la società stessa, potendo sconfinare nell’arbitrio più assoluto, perpetrato “in nome della legge”.  

Non voglio fare paralleli o esempi storici. Quando tuttavia i “Principi” vengono “forzati” sento il dovere, proprio per il ruolo di tutore “pro tempore” che ricopro, di adoperarmi in tutte le sedi e con tutti i mezzi possibili a che tali “forzature” siano rimesse in discussione, con evidenti tutele anche nei confronti dei 106 Presidenti, che non si meritano assolutamente di essere considerati dei “meri esecutori”. 

Sandro Sanvenero: Presidente Commissione Albo Odontoiatri La Spezia 

Articoli correlati

Nasce il problema sostituzioni dipendenti di studi e laboratori. Green pass obbligatorio anche per sanitari, titolari compresi, ed ASO non vaccinati destinati ad altre mansioni 


cronaca     06 Settembre 2021

G20 della Salute

Speranza: “Vaccino bene comune per il mondo. Il sì di tutti i Paesi al Patto di Roma”


Il CTS ha dato il via libera alla proroga da 9 mesi a un anno della scadenza del certificato verde covid-19


La comunità scientifica e la politica si stanno interrogando. Ecco per quali categorie potrebbe diventare realtà il richiamo 


Sarà possibile scaricarlo già dopo la prima dose, l’alternativa è il tampone. Ecco per cosa servirà e come ottenerlo


Altri Articoli

La denuncia arriva dal Congresso SIdP di Rimini. Spese che si possono ridurre con una più attenta gestione della propria igiene orale e regolari visite di controllo


Magenga (SIASO): il Contratto Collettivo Nazionale Studi Professionali è estremamente chiaro, lo stipendio deve essere corrisposto anche se lo studio è chiuso


SUSO ed il Reparto di Ortognatodonzia della Dental School Lingotto di Torino hanno dedicato un ricordo alla figura di uno dei loro fondatori


Interventi per le famiglie ma anche per imprese e studi professionali con utenze a bassa tensione. Ridotti alcuni oneri di sistema e l'iva per il gas


“Chirurgia parodontale plastica e rigenerativa” di Daniele Cardaropoli raccoglie in maniera organica le conoscenze più attuali in tema di chirurgia parodontale. Domani...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 

Annunci


CERCO
OFFRO
24 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
23 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio