HOME - Lettere al Direttore
 
 
16 Settembre 2021

Ancora sull’obbligo vaccinale e sul ruolo dell’Ordine

Damilano (CAO Cuneo): torniamo a occuparci di temi veri, come la difficoltà di accedere alle cure e se vi è ancora la necessità di mantenere le stesse misure di protezione individuali indicate nella prima fase d’emergenza 


Sembra che faticosamente si stia trovando una sintesi condivisa (perlomeno tra gli odontoiatri, meno tra i medici) su quale atteggiamento l’Ordine debba adottare nei confronti di colleghi che hanno deciso di non assolvere all’obbligo di vaccinazione.  

All’origine una legge indubbiamente farraginosa nei meccanismi, poco chiara nella formulazione, evidente frutto di compromesso tra un principio sacrosanto (tra i primi obblighi del medico vi è quello di non recare danno ai propri pazienti, anche preoccupandosi di proteggere se stesso) e una declinazione pratica che deve fare i conti  con le esigenze di un sistema cronicamente sotto organico.  

Come spesso capita, quando non si vuole affrontare una questione la si butta sull’ideologia: anche in questo caso, dove  si è spostata l’attenzione su quanto l’Ordine debba essere “cattivo” nei confronti degli iscritti non ottemperanti, e su quali obblighi rivesta e quanto debba diventare sceriffo nei confronti dei “ni-vax”. 

Forse però non è stata posta altrettanta enfasi nell’evidenziare come la specialistica ambulatoriale sia sostanzialmente ferma da quasi due anni; sulle difficoltà ormai insormontabili ad accedere alle cure da parte di soggetti fragili o svantaggiati; sulla efficacia o necessità  di mantenimento di misure di prevenzione o protezione nate in periodo di pandemia acuta,  a nove mesi di distanza dall’introduzione massiccia dei vaccini.  

A Rimini, in Expodental, si è parlato molto di ritorno alla normalità: sarebbe un segnale importante ricominciare ad occuparsi di temi veri, superando, per quanto possibile, polemiche che riguardano fortunatamente un esiguo numero di colleghi.  

Gian Paolo Damilano, presidente CAO (Cuneo) 

Articoli correlati

Il presidente Damilano (CAO Cuneo) avanza una proposta per superare la spinosa questione del rispetto dei principi deontologici da parte delle società di capitale 


Considerazioni provocatorie ma non troppo del dott. Mele: Per evitare l’estinzione volute per legge dell’odontoiatra libero professionista dobbiamo pretendere norme basate “sull’evidenza”


Il dott. Balduzzi evidenza come la norma sia, anche, in contrasto con le indicazioni sulla manutenzione previste dai produttori ed invita i sindacati a sollecitare una modifica normativa 


Per Francesco Spatafora (ANDI Palermo) gli odontoiatri devono, anche in questo, essere antesignani della diffusione della consapevolezza che i temi della salute non possono esser sganciati dai temi...


Il presidente Brugiapaglia (CAO Ferrara) sollecita un dibattito che porti alla correzione del testo legislativo in modo da ridurre gli adempimenti 


Altri Articoli

Poca letteratura si occupa dell’efficacia dei metodi di comunicazione in questo settore, sottolinea il prof. GaglianiIndicando come diafano l’atteggiamento che il dentista generico ha nei...

di Massimo Gagliani


La cronaca ci ha nuovamente regalato l’occasione per commentare, ancora una volta, un progetto legislativo dal punto di vista semantico. Che poi è la vera questione di tutte le Leggi che per...

di Norberto Maccagno


Elite Computer Italia, una delle aziende leader nello sviluppo di software e servizi informatici per il settore dentale, parte di Henry Schein One, presenta le ultime soluzioni nel...


Riguarda il Webinar con Daniele Cardaropoli per approfondire e confrontarsi sulle più attuali in tema di chirurgia parodontale.


Più sicuro se abbinato ad una registrazione analogica. L’esperienza di Costanza Micarelli: la tecnologia è un enorme aiuto ma solo se abbinata ad esperienza e conoscenze del clinico e del tecnico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio