HOME - Medicina Legale
 
 
18 Aprile 2008

Osservatorio universitario - News dall'università di Bari

di Antonella Scorca


Venerdì 29 e sabato 1 marzo si è tenuto a Roma, presso l’innovativo dipartimento di Scienze odontostomatologiche dell’Università “La Sapienza”, il XIII Simposio delle Scuole Ortodontiche.
Il Simposio è stato inaugurato dopo il consueto saluto delle autorità - del calibro del professor Giannì e delle professoresse Polimeni e Barbato, dalle letture magistrali del professor Kiliaridis (“Control of the vertical dentofacial dimension. Is it always possible?”) e della professoressa Kuijpers-Jagtman (“Treatment-related factors for external root resorption during orthodontic treatment”).
Le due letture, ben argomentate e documentate, sono state seguite da un intervento congiunto dei due professori riguardo la necessità di individuare i parametri per creare le basi di una istruzione ortodontica di tipo specialistico che sia comune a tutta la Comunità Europea (“Towards common orthodontic specialist education in Europe”).
Nel pomeriggio del giorno 29 il pubblico dei partecipanti del seguitissimo Simposio, che ha contato più di 600 iscritti, ha visto le presentazioni delle migliori tesi di laurea delle quindici Scuole ortodontiche italiane.
A rappresentare l’Università degli Studi di Bari erano presenti la dottoressa Tullo e la professoressa Desiate, le quali hanno esposto gli esiti delle ricerche cliniche che hanno portato alla presentazione del lavoro dal titolo “L’attività dei muscoli masticatori nelle disarmonie trasversali del mascellare nei soggetti in crescita”.
La manifestazione si è conclusa nella tarda mattinata del 1 marzo con le valide presentazioni delle migliori tesi delle sette Scuole di specializzazione partecipanti e delle tesi di dottorando. Le tesi sono state presentate da giovani ma preparatissimi odontoiatri dediti all’alta ricerca nel campo dell’ortognatodonzia.
L’AISO e i suoi Soci del CLOPD di Bari hanno partecipato con grande entusiasmo all’interessante manifestazione, la quale ha dimostrato che l’ortodonzia è una bellissima scienza viva, in fermento e alla costante ricerca di miglioramento.

redazione

Articoli correlati

Per il nuovo anno accademico 2018-2019, l’offerta formativa dell’Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli si arricchisce di un nuovo Master organizzato dalla...


cronaca     14 Settembre 2018

L’ortodonzia del futuro

Master di II livello in ortognatodonzia


"Ortodonzia Legge e Medicina Legale" è il titolo del IX Convegno Nazionale del SUSO in programma a Modena l'8 e 9 Aprile che nell'occasione festeggerà i 40 anni di attività.Ricco...


O33cronaca     28 Febbraio 2009

Aspetti legali in ortodonzia

La presentazione di un secondo Dossier di odontoiatria legale conferma ancora una volta l’interesse e l’attualità di questo tema. Gran parte dei lavori pubblicati su questo numero di Mondo...


Per ipercondilia si intende un ipersviluppo monolaterale della testa e/o del collo del condilo con conseguente ipersviluppo verticale della lunghezza del ramo mandibolare. Descritta per la prima...


Altri Articoli

I ministeri competenti starebbero lavorando ad un Decreto per poter concedere anche ai professionisti il bonus da 600 euro ad aprile, che potrebbe essere esteso a mille a maggio


Disponibile da oggi il manuale: “Le infezioni nello studio odontoiatrico - manuale operativo di prevenzione del contagio per Odontoiatri, Igienisti e ASO”


Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni