HOME - Medicina Legale
 
 
20 Marzo 2007

Nuovi schemi di profilassi dell’endocardite batterica

di A. Sardella, F. Demarosi, G. Lodi


L’endocardite batterica (EB) è una condizione grave e potenzialmente mortale anche in era antibiotica. Qualsiasi procedura odontoiatrica è in grado teoricamente di indurre una batteriemia e quindi di provocare un’EB. Per questo motivo, sussiste la pratica clinica di somministrare dosi di antibiotico prima di condurre terapie odontoiatriche in grado di costituire un rischio. Le linee guida su questo argomento sono state proposte da un gruppo di lavoro costituito da esperti della Società Britannica di Chemioterapia (BSAC); tali linee guida sono state pubblicate sul British National Formulary e sulla sua edizione italiana a cura della Agenzia Italiana del Farmaco.
Recentemente, gli stessi esperti della BSAC hanno aggiornato le linee guida riducendo drasticamente le categorie dei soggetti considerabili a rischio di sviluppare un’EB a seguito di manovre odontoiatriche. In pratica la profilassi va somministrata solo ai pazienti con precedenti episodi di EB, in quelli che hanno subito la sostituzione delle valvole cardiache e in quelli che hanno subito interventi chirurgici per la correzione o costruzione di shunt polmonari o sistemici.
Il cambiamento radicale sembra essere razionale sulla base dei dati scientifici esistenti ed è stato salutato positivamente dalla comunità odontoiatrica internazionale. Tuttavia, potrebbero esserci titubanze e dubbi da parte dei cardiologi e degli stessi pazienti abituati a seguire i vecchi schemi, assai diversi.

New protocols of prophylaxis for infective endocarditis
Infective endocarditis is a life threatening condition with a mortality of up 30% even with antibiotic therapy. Any dental procedures causes bacteriemia and it is believed that this may lead to infective endocarditis. There is a well established practice of administrating antibiotics to patients who are at risk of developing infective endocarditis prior to dental procedures during which a bacteriemia may develop. Specific guidelines are suggested by a working team of the British Society for Antimicrobial Chemotherapy (BSAC); they have been published in the British National Formulary and its Italian version (AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco).
Recently, new guidelines have been proposed by the same BSAC; contrary to previous protocols, prophylaxis is now recommended in three cases only: previous infective endocarditis, prosthetic valves and pulmonary or systemic shunts.
This radical step to limit prophylaxis to high risk patients seems to be rationale and has been welcomed by the international dental community. However, at the same time it is possible that cardiologists and patients may feel uncomfortable about changing their usual recommendations.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria
Unità di Patologia, Medicina e Geriatria Orale
Direttore: prof. A. Carrassi 



Articoli correlati

L’inizio e la progressione della parodontite sono dovuti a una complessa comunità microbica, piuttosto che a un singolo batterio patogeno, e la terapia per questa patologia si...

di Lara Figini


Da tempo anche i dentisti sono sul banco degli imputati per la questione dell’antibiotico resistenza, accusati di prescriverli con troppa disinvoltura. Recenti ricerche hanno evidenziato come i...


L’uso eccessivo di antibiotici e l’emergere di ceppi batterici resistenti agli antibiotici è una preoccupazione globale. Poiché i dentisti prescrivono circa il 10% di...

di Simona Chirico


Il Council of European Dentists, principale organo professionale dell’Unione Europea presieduto dall’italiano Marco Landi, ha lanciato un grande sondaggio continentale sull’uso degli...


L’intervento di rialzo del seno mascellare è dimostrato essere una metodica sicura ed efficace per creare e ottimizzare la formazione di osso per il posizionamento degli...

di Lara Figini


Altri Articoli

La formazione per acquisire dignità professionale. Un testo ideale per i corsi di formazione ma anche per aggiornare chi non è obbligato a conseguire l’attestato di qualifica


Per la Cassazione non è ipotizzabile ricostruire il redito di un dentista sulla base degli acquisti senza tenere conto della contabilità dello studio


Presentato in provincia di Pisa un singolare progetto che lega la lettura alla cura della propria igiene orale


Rispettare l’ambiente costa fatica (in realtà poca), rinunce (anche queste poche) e quello dell’impegnarsi per il bene collettivo alla fine rischia di rimanere una frase che suona bene, ma molto...

di Norberto Maccagno


Si chiama Associazione Nazionale Odontoiatri e Medici Convenzionati e si pone come portavoce di tutti coloro che credono nella Sanità Integrativa e vogliono renderla una opportunità per...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi