HOME - Medicina Legale
 
 
02 Maggio 2013

Utilitaria coreana

di Giovanni Lodi


LodiLodi

"Non ho soldi per andare dal dentista."
Sentire qualcuno pronunciare questa frase dovrebbe essere motivo di preoccupazione per ognuno di noi e per la categoria nel suo insieme. Per molto tempo però non è stato così, probabilmente perché la quota di cittadini che invece poteva permettersi le nostre cure era sufficiente a mantenere in salute tutta la filiera.

Adesso le cose sono cambiate. Molte poltrone rimangono vuote per troppo tempo, e ai tanti cittadini il cui salario (quando c'è) è al di sotto della soglia dell'odontoiatria vengono proposti pacchetti "tutto-compreso" da colleghi oltreconfine in grado di richiedere prezzi sensibilmente inferiori a quelli italiani, mentre centri odontoiatrici che offrono troppo a troppo poco invadono i pannelli pubblicitari dei vagoni della metropolitana, spazi un tempo riservati a trattamenti per malattie imbarazzanti o a corsi di recupero per studenti pluriripetenti con genitori facoltosi.
E intanto i termini più cercati in rete comprendono "dentisti croazia", "dentisti convenzionati", "dentisti low-cost" (fatevi un giro su Google Trends, è uno strumento istruttivo).

Ma mi chiedo, e vi chiedo: è possibile una vera odontoiatria low-cost? Non fraintendetemi, non parlo dell'odontoiatria che risparmia su materiali e strumenti, comprimendo i tempi e sottopagando il personale, con tutto ciò che ne consegue. Mi riferisco a un'odontoiatria altra, che trovi soluzioni più semplici e ugualmente efficaci ai problemi dei pazienti. Che riscopra trattamenti ingiustamente accantonati e soprattutto sia capace di inventarne di nuovi. Che permetta di ampliare l'accesso alle cure. Un'odontoiatria che somigli a un'utilitaria coreana. Perfettamente funzionante, garantita, sicura, economica. In grado di soddisfare pienamente un cliente che non si può permettere la Bugatti, e neanche la Golf.

È possibile, secondo Jørgen Slot: nel suo articolo "Low-cost periodontal therapy" pubblicato su Periodontology 2000 Slot illustra una pratica che definisce "efficace, altamente sicura, minimamente invasiva, comoda e poco costosa". Quasi troppo bello per essere vero. Ma forse non è neppure tanto importante che lo sia. Ciò che importa è che si inizi a pensarci. Perché poi - come diceva qualche giorno fa un mio anziano paziente - se siamo stati capaci di mandare un robot su Marte, vuoi che sia un problema inventare una buona dentiera che costi poco?

Buona lettura.

Articoli correlati

La presenza di lesioni nella cavità orale può essere un indizio di lesioni cerebrali traumatiche associate a violenza domestica. Potrebbero essere, pertanto, i dentisti i primi...


Il Ddl Concorrenza, approvato dal Senato ai primi di maggio, torna in discussione in Commissione Attività Produttive Commercio e Turismo alla Camera. Per accelerare i lavori e portare presto...


Dopo la segnalazione del messaggio pubblicitario che informava di un accordo per il Comune di Roma per impianti a tariffe agevolate, il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone (nella...


In ambito odontoiatrico spesso può accadere che si verifichino incidenti e complicanze legate alla salute del paziente o a errori del professionista, raramente possono capitare eventi avversi...


L'odontoiatria forense è una disciplina che si è evoluta molto oltre l'ambito della identificazione umana. Possiamo, infatti, distinguere nella moderna odontoiatria forense i seguenti...


Altri Articoli

Critici i sindacati che ricordano come molti dentisti sono stati costretti a chiudere sia per l’elevato rischio di esposizione che per i costi legati alle forniture dei sistemi di protezioni...


Per il presidente Cassarà non si può mettere in discussione i rischi della professione che deve essere considerata prioritaria per ricevere i vaccini  


Il Gruppo europeo con oltre 300 cliniche in Europa acquista il gruppo italiano ed approda nel mercato italiano


Nella restaurativa abbiamo visto tutto e il suo contrario, nella protesi pure. Il tema affrontato dal prof. Massimo Gagliani è quello dei perni

di Massimo Gagliani


Berrutti (UNIDI): Lo spostamento di Expodental Meeting a giugno tiene conto del mutato calendario fieristico e della volontà di espositori e visitatori di incontrarsi nuovamente


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale