HOME - Normative
 
 
27 Novembre 2015

Commissione ECM, basta ai "tentativi" infiniti per superare i test. Un solo tentativo per i residenziali, 5 per la FAD, chi non li supera niente crediti


Anche al Call Center Edra spesso gli utenti che hanno acquistato i corsi FAD dedicati a dentisti chiedono quante volte possono tentare il test per ottenere la certificazione dell'avvenuta formazione o si stupiscono che oltre un certo numero di tentativi il sistema non consenta più di tentare il test di verifica.

A ritornare sull'argomento è ANDI attraverso una nota della segreteria culturale inviata ai propri soci.

ANDI ricorda come la Commissione Nazionale per la formazione Continua nel 2014 abbia indicato nuove direttive proprio in tema di compilazione dei test necessari per dimostrare l'apprendimento sia durante gli eventi residenziali che per quelli in modalità FAD.

Doveroso ricordare che per superare il test si deve rispondere esattamente almeno al 75% dei quesiti posti, chi non supera il test non può ottenere i crediti formativi previsti per quel determinato evento.

Tornando al numero di tentativi di effettuare il test di verifica, la Commissione ha indicato che per i corsi residenziali i discenti hanno solo una possibilità per rispondere ai quesiti posti e se il test non viene superato non sarà comunque possibile ripeterlo mentre per la FAD, si possono effettuare fino a 5 tentativi.

Ma quale dovrebbe essere il motivo principale di questa restrizione?

Evitare il più possibile che gli eventi ECM siano solo "creditifici", quindi il mezzo per ottenere crediti e assolvere l'obbligo normativo e non il fine per l'acquisizione di conoscenze e aggiornamenti" motiva ANDI questo giro di vite da parte della Commissione ECM.

"Ma soprattutto -continua la nota della Segreteria Culturale ANDI- dare il giusto rilievo alla formazione ECM e all'impegno dei discenti anche attraverso la certificazione didattica dell'acquisizione di conoscenze".

Ricordando che la Commissione ECM può effettuare visite ispettive durante gli eventi, per verificare il rispetto delle procedure e valutare la qualità dell'organizzazione, ANDI ritiene che al fine di rendere sempre più seguita la formazione ECM (che ricordiamo è un obbligo), "sarebbe meglio cominciare ad incentivare la partecipazione premiando chi si mantiene aggiornato e rende un servizio migliore alle cure dei cittadini".

Articoli correlati

Prima riunione già operativa, l’obiettivo è cercare di capire come riuscire a rimodulare il sistema: revisione o riforma? Il commendo del presidente Nisio


Abbiamo sottoposto al componente odontoiatra della Commissione nazionale ECM Alessandro Nisio alcuni dubbi e quesiti posti dai nostri lettori. Ecco le sue indicazioni e i consigli


Sul sito la delibera che “allunga” di un anno la possibilità di raccogliere i crediti formativi necessari per i trienni scorsi ed indica il numero di quelli previsti per il 2020-2022


Alcune riflessioni dell’odontoiatra nominato nella Commissione che dovrà occuparsi di riformare il sistema, che invita i colleghi a segnalare proposte e criticità 


La decisione della Commissione Nazionale ECM di prorogare di un anno, fino al 31 dicembre 2020 la possibilità di ottenere i crediti formativi necessari arrivata in extremis a...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Storica sentenza di un tribunale australiano nei confronti di un anonimo paziente che invitava a stare alla larga da uno studio dentistico. Google dovrà fornire le generalità


Il “padre” della prima Legge sulla pubblicità sanitaria ci racconta come è nata e perché non fu applicata nella sua totalità e dice: “oggi più di ieri al paziente serve un Ordine che possa...


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


A scoprirlo il NAS di Trento, avrebbe assunto la direzione contemporaneamente in tre strutture e non era iscritto all’Albo provinciale dove esercitano


L’On. Raffaele Nevi chiede al Governo di adoperarsi per posticipare la prima scadenza del DPCM dell’ASO per dare al Governo il tempo per approvare le modifiche


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni