HOME - Normative
 
 
22 Dicembre 2015

Conferme e novità dalla legge di Stabilità in tema di 730 precompilato, Pos e agevolazioni fiscali


La legge di Stabilità, così come è stata approvata alla Camera, avrà il via definivo nelle prossime ore dal Senato, e senza modifiche, in quanto il Governo ha annunciato di porre il voto di fiducia.

Se nell'ultimo Visto da Fuori abbiamo analizzato alcuni dei "regali" elargiti dal Governo, chiedendoci perché la salute orale non merita di essere "omaggiata", di seguito proviamo a indicare quei provvedimenti, contenuti negli oltre 900 commi della Legge di Stabilità, che interessano maggiormente il settore dentale.

Sanzioni in tema di 730 precompilato e spesometro

Non scatteranno le sanzioni per medici e dentisti che invieranno i dati delle spese sanitarie sostenute dai propri pazienti attraverso il Sistema tessera Sanitaria "con lieve ritardo" o se li invieranno in modo errato a patto che l'errore non abbia determinato una indebita fruizione di detrazioni o deduzioni nella dichiarazione precompilata.
Coloro che trasmetteranno i dati tramite il STS, saranno esonerati, ma solo in via sperimentale per il 2016, dagli obblighi legati allo spesometro.

Uso del contante

Dal primo gennaio 2016 passa da mille a tremila euro (2.999,99) il limite massimo consentito per ricevere o effettuare pagamenti in contanti.

Obbligo del Pos

Commercianti e liberi professionisti saranno obbligati di accettare pagamenti elettronici di qualsiasi importo, ora il limite era di 30 euro.
La Stabilità permette di non dotarsi di Pos per "oggettiva impossibilità tecnica", ma non viene specificato quale siano gli impedimenti consentiti dalla Legge.
Rimane comunque il fatto che non sono state definite le sanzioni per chi non si dota del Pos.
Sul fronte agevolazioni, entro il 1 febbraio 2016 il Ministero dell'Economia e delle Fiananze e quello dello Sviluppo Economico dovranno definire i tetti delle commissioni da applicare ai pagamenti elettronici che, comunque, dovranno essere commisurati ai costi del servizio senza scaricarsi sul professionista o sul commerciante che riceve il pagamento.

Più conveniente rinnovare attrezzature ma anche acquistare l'auto

Professionisti, lavoratori autonomi ed imprenditori che acquisteranno beni strumentali dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016 potranno beneficiare di una maggiorazione delle quote di ammortamento del 140%.
A questo link un nostro approfondimento.

Agevolazioni per chi inizia ma non solo

Sul fronte fiscale confermato quanto già annunciato. Ritocco al rialzo delle soglie per il regime forfettario, quello con imposta sostitutiva al 15%. Per i professionisti il limite passa da 15mila a 30mila euro.
Per chi avvia un'attività e mantiene un giro d'affari secondo le fasce previste, è possibile beneficiare di una tassazione del 5% per i primi cinque anni.

Fondi UE anche per i liberi professionisti

Liberi professionisti equiparati alle piccole e medie imprese in tema di accesso ai fondi UE ma anche a quelli per lo sviluppo regionale.
Leggi il nostro approfondimento sul tema.

Contributi previdenziali anche per gli studenti universitari

Gli iscritti ai corsi di laurea in medicina ed odontoiatria potranno, dal quinto anno fino all'iscrizione all'Albo, versare contributi previdenziali anche attraverso prestiti d'onore

Attraverso una nota l'ENPAM ricorda i benefici possibili per gli studenti del 5° e 6° anno e i fuori corso di Medicina e Odontoiatria grazie all'iscrizione facoltativa all'ENPAM:

• Maturazione di anni di anzianità contributiva utile ai fini previdenziali

• Tutela in caso di maternità

• Immediata tutela in caso di invalidità assoluta e permanente o morte prematura (pensione di circa 15mila euro annui, senza requisiti minimi di iscrizione)

• Sussidi straordinari (per eventi imprevisti o per particolari stati di bisogno, per interventi chirurgici o cure non a carico del Ssn)

• Sussidi in caso di calamità naturali (per danni a cose mobili o immobili, per ricostruzione)

• Accesso a mutui e prestiti erogati con capitali ENPAM.

I contributi verranno fissati dal Consiglio di amministrazione dell'ENPAM. Gli studenti, comunque, non dovranno pagarli subito poiché l'Ente potrà coprire l'importo con prestiti d'onore da rimborsare dopo l'ingresso nel mondo del lavoro.

Articoli correlati

Una ricerca dell'Università di Ferrara e di Milano ha valutato l’efficacia di differenti DPI e di una soluzione a base di perossido di idrogeno nel contrastare la diffusione mediante aerosol di...

di Lara Figini


Precisazioni su quali sono i dati delle fatture da comunicare attraverso il STS e come comportarsi se la fattura viene o non viene pagata con il POS dell’intestatario della fattura


Compositi nanoriempiti/nanoibridi vs compositi ibridi: dati di una recente revisione sistematica


Nonostante i materiali compositi abbiano molti vantaggi – tra cui rapida polimerizzazione, buona adesione al tessuto dentale, facile manipolazione, facilità di riparazione,...

di Lara Figini


CR7, l’otturazione, la scelta tra indiretta e diretta, l’influenza del materiale sul risultato e della differenza tra la realizzazione manuale e quella attraverso una macchina. Tutto...

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


Intanto il ritardo delle consegne delle nuove dosi sta rallentando la somministrazione anche nelle Regioni che avevano inserito gli odontoiatri tra i prioritari


Dalle anticipazioni del Ministro Gualtieri, i possibili aiuti anche per i professionisti iscritti all’Ordine contenuti nel prossimo Decreto 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta