HOME - Normative
 
 
10 Febbraio 2016

La Cassazione conferma: la musica in studio non "paga" il diritto d'autore. Assolto dentista


La Corte di Cassazione (ordinanza n. 2468/16) ha accolto il ricorso di un dentista che era stato condannato al pagamento dei diritti d'autore alla Società Consortile Fonografi per "aver diffuso nel proprio studio dentistico fonogrammi oggetto di privativa".

Per la Cassazione il ristretto numero di persone che frequentano lo studio non può essere considerato "pubblico" e quindi la tassa non deve essere versata.

Nella sentenza i Giudici della Cassazione fanno riferimento alla sentenza della Corte di Giustizia europea a cui si era appellata ANDI per difendere i diritti di un proprio iscritto condannato al pagamento dei diritti d'autore per la musica diffusa in studio.

La Corte di Giustizia europea aveva sentenziato che lo studio professionale non era un luogo pubblico e quindi non soggetto al pagamento del diritto d'autore.

Altri Articoli

Abbiamo chiesto a Massimo Depedri di ipotizzare il valore dei costi fissi di uno studio odontoiatrico di piccole, medie e grandi dimensioni e dell'impatto delle misure previste dai DPCM


Riflessioni di una igienista dentale pensando al rientro, ai rischi immediati, ai pazienti, alle paure. Con una esortazione finale: ‘’dovremo inventarci, anche, nuove...


Possibile presentare le domande, ma non ancora in tutte le regioni. L’assegno arriverà dall’INPS ma c’è anche la possibilità di farle anticipare dalle banche. E se il datore di lavoro...


A Roma primo e innovativo progetto ai tempi di Coronavirus per continuare la formazione delle ASO in vista dell’esame di abilitazione


Oltre 350 i partecipanti al Congresso virtuale della Digital Dental Academy che ha consentito di trovarsi, senza essere vicini fisicamente


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP