HOME - Normative
 
 
10 Febbraio 2016

La Cassazione conferma: la musica in studio non "paga" il diritto d'autore. Assolto dentista


La Corte di Cassazione (ordinanza n. 2468/16) ha accolto il ricorso di un dentista che era stato condannato al pagamento dei diritti d'autore alla Società Consortile Fonografi per "aver diffuso nel proprio studio dentistico fonogrammi oggetto di privativa".

Per la Cassazione il ristretto numero di persone che frequentano lo studio non può essere considerato "pubblico" e quindi la tassa non deve essere versata.

Nella sentenza i Giudici della Cassazione fanno riferimento alla sentenza della Corte di Giustizia europea a cui si era appellata ANDI per difendere i diritti di un proprio iscritto condannato al pagamento dei diritti d'autore per la musica diffusa in studio.

La Corte di Giustizia europea aveva sentenziato che lo studio professionale non era un luogo pubblico e quindi non soggetto al pagamento del diritto d'autore.

Altri Articoli

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


In vista del termine del triennio formativo e dell’obbligo per medici ed odontoiatri iscritti all’Albo di ottemperare al debito formativo previsto l’OMCeO Milano, sul proprio sito,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi