HOME - Normative
 
 
01 Aprile 2016

Esercizio abusivo della professione. Per la Cassazione non è reato se il laureato all'estero è in attesa di riconoscimento del titolo e la documentazione è già in visione all'Ordine


Una recente sentenza della Cassazione (9873 del 9 marzo 2016) entra nel merito dell'esercizio della professione da parte di un soggetto, non iscritto all'Albo ma in possesso di una laurea in odontoiatria conseguita all'estero.

La vicenda presa in esame è decisamente complessa e tocca vari aspetti. Sintetizzandola viene proposto ricorso ad una sentenza di condanna a un anno di reclusione e 5mila euro di multa inflitta dalla Corte di Appello di L'Aquila nei confronti di un cittadino italiano per una serie di reati: lesioni, esercizio abusivo della professione odontoiatrica, falsa autocertificazione rilasciata all'Ordine di aver conseguito un diploma di laurea all'estero.

Nel motivare un parziale accoglimento del ricorso, solo per la rimodulazione della pena, la Cassazione ricorda che "con riferimento al reato di esercizio abusivo della professione", nel caso il soggetto sia in possesso di un diploma di laurea rilasciato in uno Stato estero, è coretto "escludere l'abusività della condotta solo nel caso in cui l'interessato abbia presentato domanda al Ministero della Sanità e questo, abbia accertato la regolarità dell'istanza e della relativa documentazione, trasmettendola all'Ordine professionale competente per l'iscrizione".

Nel caso in questione la documentazione era stata presentata dal soggetto indagato successivamente alla denuncia, in quanto all'epoca dei fatti contestati non era ancora laureato.

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Immagine d'archivio

Il professionista proprietario dello studio lo avrebbe messo a disposizione del fino dentista, entrambi denunciati


Laureato in Austria ma inscritto all’Ordine lavora nello studio del padre. Entrambi denunciati per abusivismo


Ad Aosta concluse le indagini su di un caso di abusivismo. Denunciati per associazione a delinquere in quattro, una intera famiglia ed un vero dentista


A scoprirli e denunciarli i Nas di Torino, ritrovate anche ricette mediche. Non erano rispettate neppure le norme anti Covid. Guarda il video


Il direttore sanitario sostiene che si tratta di legittime consulenze estetiche. Dal servizio emergono anche carenze in tema di prevenzione verso il contagio da Covid


Altri Articoli

Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


L’85% dei titoli sono conseguiti da cittadini italiani. Stabile anche il numero dei riconoscimenti dei titoli di residenti stranieri 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION