HOME - Normative
 
 
02 Marzo 2017

Dopo le pressioni il Ministero rinomina la CCEPS. Renzo: ripristinato il reale potere disciplinare degli Ordini


Inoperativa da tempo e "ufficialmente" giudicata incostituzionale per via della nomina di alcuni dei suoi componenti dalla Corte di Cassazione nell'ottobre dello scorso anno, dopo le pressioni di FNOMCeO e CAO il Ministero della Salute ha ufficializzato il Decreto di nomina della nuova Commissione Centrale Esercenti delle Professioni Sanitarie. La nuova composizione tiene conto dei rilievi emersi dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione e della Corte Costituzionale sulla terzietà che deve essere garantita dall'Organo Giurisdizionale.

Nomina che costituisce un passaggio importante per il rilancio delle attività degli Ordini delle Professioni Sanitarie. Come la cronaca ha dimostrato in questi mesi, molte sanzioni inflitte dagli Ordini provinciali erano di fatto inattese in quanto l'iscritto aveva proposto ricorso alla CCEPS.

"La lunga fase in cui la CCEPS non era operativa -spiega il presidente CAO Giuseppe Renzo che con il presidente FNOMCeO Roberta Chersevani si è impegnato per sensibilizzare il Ministero verso una rapida ricostituzione della Commissione- impediva, in sostanza, il corretto svolgimento delle funzioni disciplinari in quanto in carenza dell'organo d'appello di secondo grado, i provvedimenti sanzionatori inflitti dagli Ordini venivano sospesi nella loro esecutività da un semplice ricorso ad un organo che per lungo tempo non è stato in grado di funzionare".

Non si può infatti nascondere -spiega il presidente CAO- che, probabilmente, uno dei motivi per cui alcuni professionisti hanno posto in essere comportamenti non confacenti possa derivare dalla sensazione di " incertezza della pena" conseguente alla mancata definizione dell'iter".

"L'attività dell'Ordine, quale organo ausiliario, non può conoscere incertezze, in tutti gli ambiti di competenza", motiva Renzo che coglie l'occasione per ritornare a sollecitare a sottoscrivere la petizione Triestino "volta a fare modificare la situazione riguardante la pubblicità in sanità- sono importanti".

Ora il presidente CAO chiede alle Istituzioni di impegnarsi al fine di portare a compimento i questa legislatura anche le altre questioni ancora aperte di interesse odontoiatrico come il Disegno di Legge sulla Riforma degli Ordinamenti delle Professioni Sanitarie e il provvedimento per inasprire le pene per il reato di reato di esercizio abusivo della professione.

Questa la nuova composizione della CCEPS:

Presidente effettivo: Antonio Pasca, presidente TAR

Presidente Supplente: Davide Ponte, consigliere TAR

Componente effettivo designato dal Consiglio Superiore di Sanità: Giuseppe Celotto, Direttore Generale Ministero della Salute

Componente supplente designato dal Consiglio Superiore di Sanità: Giovanni Leonardi, Direttore Generale Ministero della Salute

Per quanto riguarda i componenti per la professione odontoiatrica dalla FNOMCeO sono stati designati:

Membri effettivi: Giuseppe Costa, Gianni Del fra, Roberto Gozzi, Giuseppe Guarnieri, Salvatole Rampulla

Membri Supplenti: Ferruccio Berto, Gianluigi D'Agostino, Ernesto Guarneri, Giovacchino Raspini, Luigi Stamegna.

Articoli correlati

Interessante decisione della CCEPS chiamata a giudicare la sanzione ad un direttore sanitario per mancata vigilanza in tema di abusivismo e quando decorre la prescrizione del reato 


In queste settimane su gruppi Facebook, ma anche alcuni di voi lettori ci hanno scritto, vi interrogate su come mai ci siano ancora in giro pubblicità che propongono prestazioni...

di Norberto Maccagno


L’iscritto non può essere giudicato da membri della CAO che sono, anche, i dirigenti di sindacati di categoria da cui è partito l’esposto contro l’iscritto. A sancirlo è la Commissione...


Non è consentito pubblicizzare la visita gratuita, se non in situazioni particolari. E’ questo quanto deciso dalla Commissione Centrale Esercenti delle Professioni Sanitarie in merito al ricorso...


cronaca     26 Febbraio 2018

CCEPS nuovamente nel caos

Il Consiglio di Stato boccia la nomina dei componenti ministeriali, a rischio i procedimenti di ricorso


Altri Articoli

Il docu-film del fotoreporter Andrea Tomasetto e del giornalista Luca Rolandi racconta la vita in un campo profughi in Libano attraverso il progetto odontoiatrico del COI 


Tre episodi alla base delle considerazioni del dott. Mele sull’obbligo verso l’Educazione Continua in Medicina in vista del termine del triennio formativo 


Per il Sindacato ci sarebbe il rischio di una “invasione di campo” del CSO rispetto ai compiti delle ASO che potrebbe portare ad incorrere nel reato di esercizio abusivo della professione


Presentato uno Position Paper in cui si chiedono 5 interventi indispensabile per intervenire sulla preoccupante situazione della salute odontoiatrica dei più piccoli


Non sono certo i dati del Censis a dover confermare che la povertà, nel nostro paese, non sarebbe stata sconfitta nonostante gli annunci Pentastellati dai balconi. Basta fare un giro...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi