HOME - Normative
 
 
03 Maggio 2018

POS, cartellino rosso al decreto con le sanzioni

Parere di incostituzionalità del Consiglio di Stato

Nor. Mac.

Dal 2014 i professionisti hanno l’obbligo di accettare i pagamenti attraverso i POS e gli strumenti di pagamento tracciabili, ma la legge che ha istituito l’obbligo non ha previsto sanzioni.  

Per “colmare” la lacuna, il MISE aveva presentato un decreto che prevede la stazione di 30 euro verso il commerciante o il professionista che rifiuta di accettare un pagamento con bancomat o carta di credito. Il decreto era stato inviato per il parere previsto prima della approvazione al Consiglio di Stato che lo ha rimandato al mittente con parere negativo. 

Secondo quanto riportano organi di stampa “l’obbligo che impone a commercianti e professionisti di accettare pagamenti con carta di debito e di credito viola il principio della ‘riserva di legge’, perché non è adeguatamente regolamentato da una norma primaria”. La decisione del Ministero di aggirare il problema rifacendosi alle sanzioni previste dall’articolo 693 del codice di procedura penale, rileva il Consiglio di Stato, non è sufficiente a garantire la correttezza formale della disciplina sanzionatoria, anche perché di fatto comporta l’applicazione di una sanzione precedente alla norma relativa all’obbligo da rispettare. 

Il Consiglio di Stato che pur sottolineando l’importanza della misura di obbligo di POS ai fini della lotta al riciclaggio, all’evasione e all’elusione fiscale evidenza come il fine debba essere perseguito “con l’adozione di provvedimenti rispettosi, sotto l’aspetto formale e sostanziale, dei principi fondamentali dell’ordinamento giuridico”. 

Con il parere negativo allo schema di decreto, il Consiglio di Stato chiede al MISE una “relazione tecnica che illustri le soluzioni ritenute possibili per superare i profili di incostituzionalità legati alle considerazioni sopra esposte”. 

Articoli correlati

L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia lancia l’allarme anche in Italia: potenziali seri danni alla salute per chi effettua cure ortodontiche con gli allineatori trasparenti senza...


Attualmente l’odontoiatria restaurativa non può fare a meno di alcuni capisaldi come l’adesione, le resine composite e la diga di gomma per erogare restauri altamente...


Il ruolo diagnostico e il principio stomatologico, sono gli elementi peculiari che caratterizzano la professione odontoiatrica e per questo vanno difesi soprattutto dalle politiche...


L’ultimo esempio, in ordine cronologico, di come le opportunità che le nuove tecnologie offrono a fantasiosi ed illuminatati imprenditori possono destabilizzare le regole del sistema è la...

di Norberto Maccagno


Ognuno dovrebbe avere il sorriso che desidera senza dover fare tre cose : portare dei breckets, andare una volta al mese in visita dal dentista e spendere una fortuna.Questi gli obiettivi che...

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Un corso FAD EDRA (25 crediti ECM) fa il punto sulla diagnosi e cura delle patologie periapicali di origine endodontica. Il Corso è curato dal prof. Fabio Gorni


Seeberger (FDI): decisione storica, ora la si deve mettere in pratica in ogni singola Nazione per ridurre le disuguaglianze in tema di salute


Il Segretario Magenga risponde alla lettera del presidente Di Fabio sui requisiti necessari in tema di istruzione per  accedere al corso per ASO 


Una Delibera del Comitato Centrale sottolinea come non sia un documento ufficiale FNOMCeO ma un documento “tecnico di sintesi” elaborato autonomamente dalla CAO


La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi