HOME - Normative
 
 
14 Maggio 2018

Scuole di specialità, approvato il Decreto che integra l’equipollenza per SSN

Polimeni: si conclude il percorso delle nuove specialità di Area Odontoiatrica

Nor. Mac.

Sulla Gazzetta Ufficiale n.83 è stato pubblicato il decreto 23.3.2018 concernente le modifiche al decreto 30.01.98 e successive modificazioni recante le Tabelle relative alle discipline equipollenti per l’accesso ai concorsi nel Servizio Sanitario Nazionale. 

La vicenda delle Scuole di Specializzazione in Odontoiatria sembrava di quelle senza fine. La luce in fondo al tunnel si era vista con l’approvazione del Decreto del 2016, che ha di fatto sbloccato la questione delle specialità anche in odontoiatria. 

Come si ricorderà la possibilità di ottenere una specialità post laurea, peraltro obbligatoria per accedere a concorsi per dirigente nel SSN, si era interrotta con il blocco dell'attivazione delle scuole di specializzazione in odontoiatria che, con il Decreto 68/2015, erano state inserite tra quelle in area sanitaria e più precisamente dell’Area Clinica dei Servizi.  

Mancava però ancora un passaggio per vedere definitivamente riconosciute le nuove scuole di specialità in odontoiatria, passaggio che è arrivato con il decreto approvato e pubblicato in gazzetta ufficiale il 10 aprile scorso relativo alle equipollenze Nel decreto, per l’Odontoiatria, oltre alla scuola di specializzazione in Ortognatodonzia, entrano quella in Chirurgia Orale (precedentemente denominata Chirurgia Odontostomatologica) e Odontoiatria Pediatrica. 

“Con questo atto si conclude definitivamente l’attivazione delle nuove scuole di specializzazione in ambito odontoiatrico”, dice ad Odontoaitria33 la prof.ssa Antonella Polimeni (nella foto) -past-president del Collegio dei Docenti, Referente Nazionale per le Scuole di Odontoiatria Pediatrica e tra coloro che hanno reso possibile l’attivazione delle nuove scuole di specialità- “ certamente l’impegno dovrà continuare per riuscire a veder finalmente riconosciuto il diritto alla retribuzione anche agli Specializzandi di Area Odontoiatrica”.

Ricordando come i primi Specialisti in Odontoiatria Pediatrica si diplomeranno nel 2019, la professoressa Polimeni sottolinea come questa nuova Specialità sia quella che mette in assoluta coerenza i Livelli Essenziali di assistenza odontoiatrici declinati nell’età evolutiva ed il dettato normativo che  richiede all’odontoiatra il possesso del titolo di Specializzazione per l’accesso ai concorsi del SSN.  

Articoli correlati

Buggè (SIMMAT): norma capestro nel contratto della Specialistica Ambulatoriale, si vuole trovare una scusa per favorire gli ambulatori accreditati


Sulla questione del diploma di specialità e della possibilità di collaborare o partecipare ai concorsi da dirigente medico nel SSN non potevamo non chiedere il parere dell’Università che, negli...


Nel suo intervento alla Camera dei Deputati del 10 luglio scorso il presidente nazionale CAO Giuseppe Renzo ha posto l'accento sulle scuole di specializzazione denunciando una disparità tra...


Nei giorni scorsi ha fatto molto discutere l’emendamento presentato a prima firma dalla presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice (M5S), che voleva consentire...


Inammissibili gli emendamenti presentati


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     20 Settembre 2021

Game changer….

Per il prof. Gagliani è questa la scelta che deve fare l’odontoiatra: riorganizzarsi per dare risposte alle “nuove” esigenze dei pazienti oppure arroccarsi in un giardinetto costituito di...

di Massimo Gagliani


Luca è un dentista titolare di un piccolo studio di provincia, Anna (entrambi i nomi sono di fantasia) è la sua assistente: in studio sono solo loro due. Dal 15 ottobre prossimo, per via di...

di Norberto Maccagno


Venerdì 1 ottobre ad Asti al Dental Forum odontoiatri ed odontotecnici potranno esercitarsi con stanner e sotware giudati dagli esperti del team Grow Up


Sono stati gli agenti della polizia di Stato a denunciare un uomo di 53 anni per esercizio abusivo della professione medica. Secondo la stampa locale gli agenti del Commissariato di Secondigliano e...


Chi deve controllare, quali le sanzioni e come deve essere “gestito” il dipendente sprovvisto, ed i collaboratori non dipendenti?


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio