HOME - Normative
 
 
06 Dicembre 2018

Le lauree estere conseguite contemporaneamente vanno riconosciute anche in Italia. Lo stabilisce la Corte di Giustizia europea


Gli Stati dell’Unione Europea devono sempre riconoscere i titoli universitari conseguiti in uno dei 28 Paesi europei, anche se sono stati ottenuti seguendo contemporaneamente due corsi di laurea.

A stabilirlo è, secondo l’agenzia ANSA, la Corte di Giustizia Ue a seguito di un pronunciamento su di una vicenda che riguarda proprio un caso italiano. 

Il riconoscimento dei titoli deve essere automatico purché risultino soddisfatte le condizioni minime di formazione stabilite dal diritto dell'Unione" chiarisce la Corte di Giustizia UE. 

La vicenda riguarda un cittadino italiano aveva conseguito all'Università di Innsbruck, frequentando contemporaneamente i due corsi, la laurea in medicina e quella in odontoiatria,  L'uomo aveva richiesto nel 2013 al Ministero della Salute il riconoscimento della laurea in odontoiatria, e nel 2014 quella di medico chirurgo. La prima domanda è stata accettata, la seconda respinta perché la laurea non è stata conseguita con modalità riconosciute dall'Italia, che non consente di essere iscritti a due facoltà contemporaneamente.  

La Corte di Giustizia, informa l’Ansa, ha invece stabilito che i titoli vanno sempre riconosciuti, purché "i requisiti in materia di formazione stabiliti dalla direttiva sulle qualifiche professionali siano soddisfatti".

Articoli correlati

La Corte di Giustizia Europea in data 21 settembre ha pubblicato la sentenza riguardante (causa C-125/16) riguardante la possibilità per un Odontotecnico Maltese, qualificato nel Regno Unito...


Tutela della salute e della dignità della professione possono essere gli obiettivi regolamentare la pubblicità in sanità ma non può esserci un divieto assoluto. Cosi si...


Per il prof. Gagliani per evitare che sia un inutile privilegio si deve rimodulare e calibrare l’insegnamento alle trasformazioni che il mondo del lavoro odontoiatrico sta vivendo

di Massimo Gagliani


Dichiarazione congiunta tra l’Associazione europea degli studenti dei Dental (EDSA) il CED per una sicura ed efficace formazione odontoiatrica durante la pandemia 


Alcune considerazioni del dott. Tiziano Caprara sul ruolo dell’Università nella formazione del futuro odontoiatra e di conseguenza, anche, sul futuro della professione


Altri Articoli

Immagine di repertorio

Riguarderebbe solamente la scadenza legata alla possibilità di assumere ASO non qualificate. Intanto il Ministro avrebbe dato il via libera per avviare l’iter per la modifica del DPCM


La presidente Elena Boscagin è la prima donna ad essere eletta nella CAO nazionale. Ci ha raccontato impressioni ed aspettative dopo la prima riunione 


Il rischio, scrive il presidente CAO di Cuneo, è che con la scusa della pandemia si possano allargare competenze professionali rischiando che atto medico ed atto sanitario vengano messi sullo...


Da sempre odontotecnici e odontoiatri di tutto il mondo si sono dibattuti per cercare il sistema per codificare e riprodurre la corretta dentatura umana secondo schemi ripetibili con un unico...


Su Wikipedia, alla voce “Artigiano Digitale”, si legge: “Un artigiano digitale (detto colloquialmente maker) è una persona che svolge attività di bricolage e, in generale, di fai-da-te...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente