HOME - Normative
 
 
03 Aprile 2019

Separatore d’amalgama, ancora dubbi. ANDI precisa in merito all’utilizzo dell’aspiratore chirurgico


Quella dell’obbligo dal primo gennaio 2019 del separatore di amalgama per il riunito o i riuniti utilizzati, collegato non solo con l’aspirazione ma anche con la “sputacchiera”, in cui vengono rimosse le otturazioni in amalgama dentale, sembra creare ancora dubbi interpretativi.

Sempre se lo studio “lavori” questo materiale.Il Ministero della Salute con una nota dell’ottobre scorso aveva chiarito che a  decorrere dal 1° gennaio 2019, l'utilizzo di amalgama dentale o la rimozione di otturazioni contenenti amalgama dentale ovvero di elementi dentali con tali otturazioni, devono essere effettuate esclusivamente con l'utilizzo di riuniti odontoiatrici dotati di separatori di amalgama (conformi ai requisiti tecnici indicati dal medesimo Regolamento 852, ovvero garantire una capacità di abbattimento della percentuale di mercurio almeno del 95%.) al fine di trattenere e raccogliere le particelle di amalgama generate dalle attività sopraindicate. 

Con una nota pubblicata oggi da ANDI sul proprio sito, “in considerazione di alcune richieste di chiarimento arrivate alla nostra segreteria e al Ministero della Salute”, l’Associazione informa che “in occasione della riunione del GTO (Gruppo tecnico dell’Odontoiatria) del 21.02.19 il Ministero della Salute (il verbale della riunione sarà disponibile solo tra qualche tempo, dopo l’approvazione durante la prossima riunione NdR) ha comunicato che l’utilizzo di un aspiratore chirurgico portatile non è soluzione coerente alla norma e che pertanto è necessario un separatore d’amalgama su almeno uno dei riuniti del proprio studio, nel caso si eseguano o si rimuovano otturazioni in amalgama d’argento”. 

Sull'argomento leggi il nostro speciale a questo link.

Articoli correlati

Riuscire a rendere complicato un regime che è nato per essere semplice e di immediata applicazione non è certo impresa da tutti. Ciononostante il Legislatore ce l’ha fatta, tant’è che si sono...


Siamo nel 2012 quando, a seguito di una segnalazione di una paziente all’OMCeO di Aosta che lamentava di aver subito una lesione a seguito “di condotta colposa per un intervento” svolto qualche...


Sono disponibili nel portale Fatture e Corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate, l’apposito servizio telematico che consente di verificare il calcolo ed eseguire il pagamento...


Anche la Regione Veneto ha recepito l'Accordo stipulato il 23 novembre 2017 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, concernente l'individuazione del profilo...


Dal primo gennaio 2019 è entrato in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra privati. Per quanto riguarda l’applicazione della norma alle fatture riferite alle prestazioni...


Altri Articoli

Competenza, tecnica, empatia sono alla base della professione. Ma anche la comunicazione rappresenta oggi uno dei percorsi obbligati con i quali il dentista deve confrontarsi....

di Carla De Meo


L’obbiettivo è quello di venire incontro alle esigenze quotidiane dei clinici e per farlo SIdP ha sviluppato una App, Powerapp SIdP, che consente ad ogni clinico che stia eseguendo una visita...


L’obbligo di formazione continua decorre dal 1° gennaio successivo alla data di iscrizione all’Ordine. Da tale data il professionista sanitario deve maturare i crediti previsti per i residui...


Riuscire a rendere complicato un regime che è nato per essere semplice e di immediata applicazione non è certo impresa da tutti. Ciononostante il Legislatore ce l’ha fatta, tant’è che si sono...


Root Cause è il titolo del film inchiesta che vorrebbe dimostrare che i trattamenti endodontici possono essere causa di cancro, malattie al cuore e varie patologie croniche, ed il suggerimento...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi