HOME - Normative
 
 
30 Gennaio 2020

Dati delle fatture al StS per gli igienisti dentali: “obbligo soft”

Alla vigilia dalla scadenza, TSRM anticipa un’applicazione “morbida” dell’obbligo di invio dei dati delle fatture emesse al StS da parte delle nuove professioni sanitarie, Igienisti Dentali compresi

Nor. Mac.

Entro le 23:59 di domani 31 gennaio, tutti i professionisti sanitari obbligati all’invio dei dati delle fatture emesse nei confronti dei pazienti al Sistema Tessera Sanitaria, dovranno aver completato l’inserimento pena sanzioni.

Gli unici per cui l’obbligo sarà meno perentorio sono gli ultimi arrivati: i professionisti appartenenti alle nuove professioni sanitarie inserite, tra cui gli igienisti dentali, compresi tra quelle obbligate solamente con il decreto del novembre scorso. Almeno così sembrerebbe. 

A darne informazione, infatti, non è l’Agenzia delle Entrate ma Teresa Calandra, tesoriere della Federazione nazionale degli Ordini Tsrm, al Sole 24 Ore informando che è stato comunicato agli iscritti di una applicazione soft della norma da parte delle Entrate, così come era avvenuto per medici e dentisti nel primo anno di obbligo.

Infatti la dott.ssa Calandra ricorda come la norma, che impone l’obbligo di invio dei dati al StS, del 2014, preveda nel primo anno di applicazione: “nei casi di lieve tardività o di errata trasmissione dei dati stessi, se l’errore non determina un’indebita fruizione di detrazioni o deduzioni nella dichiarazione precompilata”. 

Peraltro, per quanto riguarda le professioni sanitarie recentemente ordinate con nuovi Ordini professionali, si registrerebbero ancora ritardi nell’invio del numero di iscrizione, lo stesso numero che deve poi essere utilizzato per iscriversi al portale del StS per poter inserire i dati delle fatture emesse. 

Ricordiamo che sono da inserire i dati delle sole fatture emesse direttamente nei confronti dei pazienti che non hanno espresso la loro opposizione all’invio. Quindi un igienista dentale che fattura direttamente allo studio odontoiatrico, e non al paziente, non dovrà inviare nessun dato al StS.

Articoli correlati

Fiorile: a fine anno faremo un bilancio sulle misure burocratiche che il Governo ci ha imposto. Proporremo una riflessione importante ed una linea d’azione


Novità per le fatture del 2021. Da gennaio l’invio dovrà essere fatto mensilmente e comprendere anche le fatture per cui il paziente ha dichiarato opposizione all’invio


Precisazioni su quali sono i dati delle fatture da comunicare attraverso il STS e come comportarsi se la fattura viene o non viene pagata con il POS dell’intestatario della fattura


I consigli di Franco Merli sui documenti da conservare, quelli da dare al paziente e come inviare i dati al Sistema Tessera Sanitaria


cronaca     14 Febbraio 2020

Medici e dentisti: è corsa al POS

La possibilità di detrarre le spese sanitarie solo se pagate con strumenti tracciabili ha costretto medici e dentisti a dotarsi del POS. 400% l’aumento di rischiste nell’ultimo mese


Altri Articoli

Aziende     15 Gennaio 2021

Il 2021 visto dal Phibo

L’odontoiatria digitale, le nuove acquisizioni, il CEO ed il Direttore dell'Innovazione del  Gruppo Phibo svelano i progetti futuri


L’obiettivo è fare in modo che la pensione spettante a vedove e orfani sia calcolata sull’importo a cui il familiare deceduto avrebbe avuto diritto al termine della propria carriera


Il neo assessore Moratti conferma il ruolo degli Ordini provinciali nella raccolta dei nominativi degli aderenti 


Assunzione a tempo indeterminato, la candidatura al concorso deve pervenire entro l’11 febbraio 2021


Rispondendo ad Odontoiatria33 il Commissario Straordinario conferma che non è possibile modificare in questa fase le priorità indicate nel piano vaccinale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta