HOME - Normative
 
 
17 Luglio 2020

Novità in tema di Società e sulle Autorizzazioni Regionali degli studi e degli ambulatori odontoiatrici

La Puglia tra le prime Regioni Italiane ad aver inserito le STP nel Regolamento per l’attività odontoiatrica


Anche la Regione Puglia ha normato le STP (Società tra Professionisti) come unica forma di società nell’ambito degli studi professionali, limitando le società non professionali alle sole forme ambulatoriali, che possono aprire solo previa verifica di compatibilità rispetto alla stima del fabbisogno regionale (attualmente considerato saturo). 

La STP potrà quindi esercitare secondo le nuove disposizioni per gli studi professionali e non sarà, pertanto, soggetta ai requisiti e all’iter amministrativo previsto per gli ambulatori odontoiatrici. 

Il Regolamento Regionale emanato dalla Regione Puglia nel mese di Marzo 2020.  che attua la L.R. n.9/2017 e ss.mm.ii. sulla “individuazione delle prestazioni erogabili negli studi e negli ambulatori odontoiatrici e definizione dei requisiti strutturali, organizzativi e tecnologici” definisce così gli studi professionali: “Lo studio professionale non è un locale aperto al pubblico, nel senso che i pazienti del professionista che con il medesimo abbiano un rapporto contrattuale basato sull’intuitus personae vi accedono previo appuntamento. In ragione della prevalenza dell’apporto professionale ed intellettuale, lo studio professionale può essere gestito in forma individuale, associata o societaria, ma in tale ultima ipotesi solo in conformità alla disciplina della società tra professionisti (S.T.P.) di cui alla Legge n. 183/2011 ed al D.M. 34/2013.

"Definisce anche la “struttura di specialistica ambulatoriale” quale: “…presidio sanitario caratterizzato da una complessa organizzazione di lavoro, beni e servizi che opera in regime di impresa attrezzato per l’erogazione delle prestazioni a maggiore invasività di cui all’Allegato 3A del presente provvedimento. Fermo restando che il Responsabile Sanitario (i.e., il Direttore sanitario) deve essere iscritto all’albo dell’ordine territoriale competente per il luogo in cui insiste la sede operativa della struttura de qua, in ottemperanza al disposto di cui all’art. 1, comma 536 della L. 30 dicembre 2018, n. 145, l'apporto del professionista sanitario abilitato non è l’elemento prevalente rispetto all’organizzazione dei beni, strumenti ed accessori che ne fanno parte e, pertanto, il titolare dell’ambulatorio può essere sia una persona fisica che una persona giuridica, e nel caso di persona fisica può anche non avere il titolo di odontoiatra [...]”. 

“Tra le tantissime novità del neonato Regolamento, condiviso dall’Assessorato alla Salute della Regione Puglia con il Coordinamento delle CAO provinciali pugliesi –ci spiega il presidente CAO Bari Alessandro Nisiola riorganizzazione e chiara definizione dei requisiti strutturali, organizzativi e tecnologici, la semplificazione procedurale per l’apertura di uno studio odontoiatrico che svolge prestazioni a minore invasività (semplice comunicazione alla ASL con avvio immediato dell’attività), il coinvolgimento degli Ordini Professionali nella determinazione delle prestazioni, e la esclusività della competenza dell’Odontoiatra nella determinazione del concetto di “fragilità” del paziente al fine di determinare le prestazioni da eseguire nello studio o in strutture ambulatoriali attrezzate”.

_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Troppe richieste: l’Agenzia delle Entrane indica la percentuale spettante per il credito d’imposta. Da oggi è possibile richiedere la cessione a terzi


Come gestire l’impossibilità per il figlio di andare a scuola se presenta sintomi da Covid o se la scuola sospende le lezioni in presenza


Sospensione per dentisti ed igienisti dentali, commissariamento per gli Ordini mentre una sanzione per laboratori odontotecnici e società odontoiatriche iscritte al Registro imprese 


Il Tar Lombardia impone alla CAO di Brescia di consentire l’accesso agli atti in relazione ai  procedimenti disciplinari aperti nei confronti degli iscritti per verificare “la parità di...


Ancora pochi giorni per presentare la domanda per ottenere il credito d’imposta per DPI, sanificazione e sistemi di protezione. Ecco cosa sapere


Altri Articoli

Disponibile la registrazione completa del webinar live dal titolo “Covid-19: ci si può organizzare per una prevenzione più “strutturale” e meno invasiva?”


Due le possibilità per gli iscritti, una applicabile da subito, l’atra solo se i Ministeri vigilanti daranno parere favorevole. Ecco le indicazioni di ENPAM


Il 68,3% ha superato la soglia minima di 20 punti. Dal 25 settembre i candidati potranno conoscere la posizione in graduatoria e capire se rientreranno tra i 1.103 studenti che potranno iscriversi...


In pieno svolgimento il 27° Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari online. Caricati i video di nuovi simposi ed approfondimenti


L’uso prolungato delle mascherine comporterebbe, indirettamente, problemi a gengive e denti. Ecco cosa spiegare ai propri pazienti per rimediare


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio