HOME - Normative
 
 
21 Settembre 2020

Entrate: non dovuto il bonus per studi associati. Va restituito

Confermata l’esclusione per gli studi associati che, ora, dovranno restituire quanto ricevuto, ma senza subire sanzioni


L'Agenzia delle Entrate, fornendo una risposta ad un interpello conferma quanto già anticipato: il bonus a fondo perduto previsto dall'art 25 del Decreto Rilancio non spetta alle associazioni tra professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria di cui ai DLgs 509/94 e 103/1996. 

Come avevano spiegato ad Odontoiatria33 i dottori Alessandro ed Umberto Terzuolo, dello Studio Terzuolo Brunero & Associati consulenti fiscali AIO, in un primo tempo si riteneva che la formulazione dell’Articolo 25 del D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) escludesse dal contributo i soli professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, ma non citando gli studi associati li si riteneva inclusi tra i beneficiari come per quanto riguarda le StP. Invece con la circolare 22/E le Entrate chiariscono che gli studi associati non possono usufruirne. 

Per gli studi associati che hanno ottenuto il contributo prima dei chiarimenti contenuti nella circolare n. 22/E del 2020, dovranno restituire la somma percepita ma non saranno richieste sanzioni in quanto, spiegano le Entrate, “la violazione dipende da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull'ambito di applicazione della norma tributaria”.     

_____________________________________________________________________ 
Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Precisazioni su quali sono i dati delle fatture da comunicare attraverso il STS e come comportarsi se la fattura viene o non viene pagata con il POS dell’intestatario della fattura


Sulla questione bonus sanificazione perché stupirsi?Fin dal primo DCPM che il Governo ha annunciato, prima ancora di vararlo, sottolineo come la linea d’intervento governativa seguita è...

di Norberto Maccagno


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


Una Circolare dell'Agenzia delle Entrate esclude anche gli studi associati dalla possibilità di richiederlo. Rimane utilizzabile solo per gli studi odontoiatrici organizzati come società


Pubblicato finalmente il modulo per presentare la richiesta per il credito, ma ci sono limiti e tetti di spesa. I consulenti fiscali AIO ci spiegano quando e come richiederlo


Altri Articoli

Concorso pubblico unificato, per titoli ed esami, per tre posti a tempo indeterminato. Le domande entro il 23 novembre 2020 


Obiettivo: motivare tutti i cittadini a proseguire la propria cura odontoiatrica ribandendo che andare dal dentista è sicuro


Condannato dalla Corte dei Conti, per aver violato il rapporto di esclusività con il Servizio Sanitario Nazionale


Le varie differenze, le indicazioni date dai medici, quali i dentisti possono utilizzare ed acquistare in farmacia o dai fornitori


Cohen (DentalPro): anche le nostre aziende sono penalizzate nonostante le nostre cliniche siano aperte e sicure 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo