HOME - Normative
 
 
07 Ottobre 2021

Defibrillatori in studio: devono essere dichiarati?

Non sono obbligatori salvo in pochissime regioni, ma chi li ha già acquistati dovrebbe dichiararli e renderli disponibili ad eventuali emergenze. Ecco cosa sapere

Nor.Mac.

L’obiettivo della Legge 116/21 sull’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici ed automatici, approvata a fine luglio e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 13 agosto, “è quello di favorire e disciplinare la dotazione e l'utilizzo dei DAE in diversi luoghi e situazioni, anche da parte di soggetti non specificamente formati, regolando il collegamento e l'interazione con la rete dell'emergenza territoriale 118, e promuovendo campagne di informazione e sensibilizzazione, nonché l'introduzione di specifici insegnamenti sul primo soccorso, anche negli istituti di istruzione primaria e secondaria”. 

Va subito chiarito che gli studi odontoiatrici non hanno l’obbligo di dotarsi di defibrillatore, salvo in quelle regioni dove è previsto, come ad esempio la Toscana

Ma gli studi odontoiatrici che negli anni hanno acquistato un defibrillatore (magari dopo aver partecipato ad un corso BLS) per poter intervenire in caso di problemi che possono nascere in studio, sono interessati dalla nuova legge? 

Secondo l’articolo 6 tutti i soggetti pubblici e privati che posseggono un DAE devono, entro 60 giorni dall’entrata in vigore del provvedimento, darne comunicazione alla centrale operativa del sistema di emergenza sanitaria 118 territorialmente competente, specificando il numero dei dispositivi, le caratteristiche, la marca e il modello, l'esatta ubicazione, gli orari di accessibilità al pubblico, la data di scadenza delle  parti  deteriorabili, quali batterie e piastre adesive, nonchè gli eventuali nominativi dei soggetti in possesso dell'attestato di formazione all'uso dei DAE. 

Per i DAE acquistati successivamente all’entrata in vigore della legge, sarà compito del venditore comunicare i dati dell’apparecchio e le informazioni riferiti all’acquirente. Dal punto di vista normativo, quindi, la legge 116/2021 (articolo 6) richiederebbe a tutti i soggetti pubblici e privati che già posseggono un DAE di adempiere a quanto previsto (ovvero la registrazione del defibrillatore alla centrale operativa del sistema di emergenza sanitaria 118) indipendentemente dal fatto che la norma imponga la presenza dei defibrillatori semiautomatici ed automatici esterni solo in alcune specifiche realtà come per esempio i centri sportivi pubblici e privati che siano frequentati o gestiti da associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche. 

L’obiettivo della legge infatti è quello di creare una mappatura dei DAE già presenti sul territorio che consenta un loro più rapido utilizzo, anche da parte dei cittadini che assistono agli arresti cardiaci e che allertano il 118. 

Per quanto riguarda la comunicazione del DAE, spiegano ad Odontoiatria33 dal S.S. Ingegneria Clinica del AREU Lombardia, in Lombardia già dal 2013 i possessori, obbligati o meno a detenerli, dovevano registrarli al un portale dedicato (PADDLES) secondo quanto previsto dal DGR/4717/2013.   

Il possessore del DAE deve poi, ovviamente, rispettare le indicazioni di manutenzione dell’apparecchio per garantire la sua piena efficienza. Denunciando al 118 l’apparecchio lo studio entrerà a fare parte della banca dati (quando attivata) e potrà venire chiamato a “prestare” il DAE nel caso che nelle vicinanze dello studio capiti un’urgenza, ma solo negli orari e nei giorni che lo studio avrà indicato.  

_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Più di 100.000 adulti metteranno l’apparecchio nel 2021 ed è un vero boom di allineatori trasparenti,con una spesa di oltre 300 milioni, secondo le stime Key-Stone


La cronaca ci ha nuovamente regalato l’occasione per commentare, ancora una volta, un progetto legislativo dal punto di vista semantico. Che poi è la vera questione di tutte le Leggi che per...

di Norberto Maccagno


Il Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127  (DL Green Pass Lavoro) recante Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione...


Abbiamo raccolto le indicazioni di Sindacati e dell’Ordine. Dubbi su come verificare gli odontoiatri, gli igienisti dentali e gli ASO obbligati alla vaccinazione


Da sx: Pollifrone;Tuzio;Pelillo;Dili.

Le STP cominciano ad interessare sempre più studi professionali. Abbiamo sentito gli esperti su natura del reddito societario e le regole per consulenti e collaboratori


Altri Articoli

Acquistare dispositivi di protezione individuale e prodotti monouso in modo semplice e a prezzi concorrenziali


Poca letteratura si occupa dell’efficacia dei metodi di comunicazione in questo settore, sottolinea il prof. GaglianiIndicando come diafano l’atteggiamento che il dentista generico ha nei...

di Massimo Gagliani


Il bonus pubblicità 2021 sarà concesso nella misura unica del 50% degli investimenti pubblicitari effettuati al netto delle risorse disponibili. Entro fine mese le domande


Più di 100.000 adulti metteranno l’apparecchio nel 2021 ed è un vero boom di allineatori trasparenti,con una spesa di oltre 300 milioni, secondo le stime Key-Stone


La cronaca ci ha nuovamente regalato l’occasione per commentare, ancora una volta, un progetto legislativo dal punto di vista semantico. Che poi è la vera questione di tutte le Leggi che per...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio