HOME - Normative
 
 
27 Febbraio 2014

Esenzione dalla TARI per i produttori rifiuti speciali o pericolosi. Le indicazioni del Ministero


Per i produttori di rifiuti speciali assimilabili agli urbani che affidano (e possono dimostrarlo) lo smaltimento ad una azienda apposita, possono richiedere al proprio Comune una riduzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti (TARI). Solitamente non si paga la tassa per le superfici dello studio o del laboratorio odontotecnico "dove vengono prodotti i rifiuti".

Con l'approvazione della Legge di stabilità 2014 questo non è più scontato.
Infatti tra gli articoli approvati uno, il 649, indica che "per i produttori di rifiuti speciali assimilati agli urbani, nella determinazione della TARI, il comune, con proprio regolamento, può prevedere riduzioni della parte variabile proporzionali alle quantità che i produttori stessi dimostrino di avere avviato al recupero.", mentre il 661 stabilisce che "il tributo non è dovuto in relazione alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al recupero."

Quindi quale seguire?

In attesa di una "spiegazione legislativa", l'ex Ministro dell'Ambiente Andrea Orlando (ora sostituito da Gian Luca Galletti) il 13 febbraio scorso ha indicato di interpretare la norma secondo quanto disposto dall'art. 649, ovvero lasciando ai vari Comuni la facoltà di prevedere, o meno, riduzioni della TARI per professionisti ed imprese che affidano ad aziende per lo smaltimento dei propri rifiuti speciali.

Articoli correlati

L’ultimo DiDomenica prima delle vacanze estive diventa un’ottima occasione per girarsi indietro e riguardare questi primi mesi dell’anno, anche se rileggendo i titoli delle oltre 700 notizie...

di Norberto Maccagno


Buggè (SIMMAT): norma capestro nel contratto della Specialistica Ambulatoriale, si vuole trovare una scusa per favorire gli ambulatori accreditati


Centrale il ruolo delle CAO nell’attività di verifica su autorizzazioni e pubblicità e maggiore dialogo tra tutti i soggetti coinvolti


Egregio Direttore, quando diversi anni fa le Regioni misero mano alla legge Bindi, sottoponendo ad autorizzazione le attività sanitarie libero professionali, apparve subito chiaro che, oltre...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Altri Articoli

“E’ difficile immaginare che, 6 settimane fa, mi stavo preparando per l'operazione. Oggi la mia preparazione è per gli US Open di Tennis”. A scriverlo sulla propria pagina Facebook...

di Norberto Maccagno


Un concorso per stilare una graduatoria a disposizione delle ASL per l’assunzione di igienisti dentali. La domanda entro il 19 settembre 


Dalla nascita del maxi-Ordine delle professioni sanitarie alle commissioni d’Albo degli Igienisti Dentali, il punto di UNID


Nominati questa mattina dal Consiglio dei Ministri, affiancheranno il Ministro Speranza. Ecco i nuovi equilibri nelle Commissioni di Camera e Senato


Il CED e la FNOMCeO, con inziative distinte, interventono sull’argomento. Il CED stila delle raccomandazioni

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi