HOME - Normative
 
 
27 Febbraio 2014

Esenzione dalla TARI per i produttori rifiuti speciali o pericolosi. Le indicazioni del Ministero


Per i produttori di rifiuti speciali assimilabili agli urbani che affidano (e possono dimostrarlo) lo smaltimento ad una azienda apposita, possono richiedere al proprio Comune una riduzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti (TARI). Solitamente non si paga la tassa per le superfici dello studio o del laboratorio odontotecnico "dove vengono prodotti i rifiuti".

Con l'approvazione della Legge di stabilità 2014 questo non è più scontato.
Infatti tra gli articoli approvati uno, il 649, indica che "per i produttori di rifiuti speciali assimilati agli urbani, nella determinazione della TARI, il comune, con proprio regolamento, può prevedere riduzioni della parte variabile proporzionali alle quantità che i produttori stessi dimostrino di avere avviato al recupero.", mentre il 661 stabilisce che "il tributo non è dovuto in relazione alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al recupero."

Quindi quale seguire?

In attesa di una "spiegazione legislativa", l'ex Ministro dell'Ambiente Andrea Orlando (ora sostituito da Gian Luca Galletti) il 13 febbraio scorso ha indicato di interpretare la norma secondo quanto disposto dall'art. 649, ovvero lasciando ai vari Comuni la facoltà di prevedere, o meno, riduzioni della TARI per professionisti ed imprese che affidano ad aziende per lo smaltimento dei propri rifiuti speciali.

Articoli correlati

Il cavo orale rappresenta un ambiente ostile per i materiali dentali utilizzati in odontoiatria. Stress fisici e chimici, causati da bevande acide e componenti alimentari...

di Lara Figini


Giovedì 30 il termine ultimo per l’invio da parte di odontoiatri, igienisti dentali e strutture sanitarie dei dati delle fatture messe direttamente ai pazienti al Sistema Tessera Sanitaria


Rinvio di un mese per problemi sul sistema informatico che gestisce la raccolta della documentazione


CAO Milano fornisce chiarimenti su compiti e responsabilità di verifica e sul ruolo del Direttore sanitario qualora venga a conoscenza che un collaboratore della struttura non è vaccinato


La Regione cambia il Regolamento per autorizzazione ed accreditamento e richiede la compilazione di un apposito documento anche per chi aveva già presentato la SCIA


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi