HOME - Normative
 
 
04 Marzo 2014

Sistri salta l'obbligo anche per chi ha meno di 10 dipendenti e per le Società odontoiatriche


Dopo l'ennesimo rinvio della data di entrata a regime del Sistri, previsto per ieri 3 marzo ma posticipato al primo gennaio 2015, il Ministro dell'Ambiente sta per firmare un decreto attraverso il quale esenta imprese ed enti che producono rifiuti pericolosi con meno di 10 dipendenti all'iscrizione al Sistri ed al conseguente rispetto degli adempimenti.

"Le istanze avanzate dai piccoli produttori -si legge in una nota del Ministero- sono tenute nella massima considerazione. E' infatti in via di perfezionamento un decreto che assoggetta al Sistri solo imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti con più di 10 dipendenti nei settori dell'industria, artigianato, commercio e servizi".

Il decreto, viene precisato, contiene altre semplificazioni finalizzate a venire incontro alle esigenze dei produttori al fine di assicurare un "decollo della fase 2 che sia meno problematica possibile".
Una decisione che interessa da vicino i laboratori odontotecnici che producevano anche rifiuti pericolosi ma anche gli studi odontoiatrici organizzati in società in quanto non rientravano nell'esonero dall'iscrizione al Sistri previsto per i soli studi odontoiatrici i cui titolari sono liberi professionisti.

Sull'argomento leggi anche:

25 Febbraio 2014: SISTRI: si avvicina la scadenza per l'iscrizione ma sono ancora molti i dubbi. Chi dovrebbe aderire e chi no

Articoli correlati

Interessa anche gli igienisti dentali e consente i professionisti sanitari non in possesso dei requisiti per l’iscrizione ai nuovi Albi professionali ma in possesso di determinati requisiti di...


Bankitalia controllerà le movimentazioni sospette oltre i 10 mila euro, ma l’alert potrà scattare anche su somme più contenute


L’Ordine di Roma indica le modalità di emissione della fattura elettronica a seguito della liquidazione del Giudice del compenso spettante le operazioni peritali svolte in una causa civile


Nuovo parere sul tema che ribadisce quanto già indicato nel 2014 ma meglio, definendo le aree anatomiche di intervento, auspicando l’inserimento della materia nel percorso formativo.


Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione.


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi