HOME - Normative
 
 
10 Marzo 2014

Assistente cementa un ponte, per la Cassazione è legittimo sospendere il dentista


Durante una visita ispettiva in uno studio odontoiatrico del milanese era stata colta sul fatto una assistente alla poltrona mentre ricermentava un ponte inferiore e toglieva un punto di sutura di una estrazione avvenuta qualche giorno prima.

Il medico si era giustificato sostenendo "che si sarebbe trattato di un singolo episodio, commesso da un soggetto che, forse pressato dal paziente, aveva esorbitato dalle proprie mansioni senza averne ricevuto autorizzazione da lui e quindi in modo imprevedibile".

L'Ordine di Milano, dove il titolare dello studio in cui si è svolto il fatto è iscritto, nel giugno 2011 l'aveva sospeso per tre mesi, sanzione confermata anche dalla CCEPS per aver tenuto "un comportamento negligente, consistito nella omissione di ogni cautela idonea ad evitare che prestazioni a lui riservate fossero svolte da suoi collaboratori, a ciò non abilitati".
Decisione impugnata dall'iscritto che si era rivolto alla Cassazione ritenendo che "la condotta della collaboratrice non sarebbe stata ricollegabile ad alcuna ipotesi di dolo o colpa grave del sanitario, attesa la sua eccezionalità".

Giudicando il comportamento dell'odontoiatra colposo la Cassazione non accoglie il ricorso dell'odontoiatra sottolineando nella sentenza che "sarebbe stato onere dell'odontoiatra di cui si tratta porre in essere quegli accorgimenti che la sua non continua presenza presso lo studio rendeva necessari per garantire che il personale operante presso la struttura non perpetrasse condotte abusive. In tale quadro, tra le prime misure da assumere vi era proprio quella di impedire interventi abusivi sui pazienti in assenza del sanitario".

Articoli correlati

Deferite tre persone alla Procura di Reggio Emilia: i legali rappresentanti di un centro odontoaitrico ed il direttore sanitario


Oltre a curare i pazienti senza avere i titoli per farlo, lavoravano in uno studio non autorizzato


A Pescara un ex (vero dentista), all’Aquila due odontotecnici ed un odontoiatra


Il primo è un dentista titolare di un ambulatorio odontoiatrico ma senza autorizzazione, ai tre denunciati a Paestum mancava invece la laurea


Denunciati l’igienista dentale non iscritta all’Albo, l’odontotecnico ed il direttore sanitario. Abusivismo, truffa e lesioni i reati contestati


Altri Articoli

Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


Rimandati i congressi IAO, SIDP, il test del San Raffaele a medicina ed odontoiatria ed il Congresso in occasione dei 30 anni della Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia di Roma 


Lei era titolare della società intestataria dello studio e lui curava i pazienti ma non aveva la laurea, scoperti a Paestum


I consigli di Franco Merli sui documenti da conservare, quelli da dare al paziente e come inviare i dati al Sistema Tessera Sanitaria


Ministero ed ISS aggiornato il decalogo sui comportamenti da seguire ed invitano la popolazione a non recarsi al pronto soccorso ma rivolgersi al medico di base o al 112. La situazione del...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni