HOME - Normative
 
 
06 Maggio 2014

Anche il Tar conferma, da luglio obbligo di POS negli studi professionali. Per le associazioni il problema sono i costi di gestione


Dal 30 giugno 2014, salvo provvedimenti dell'ultima ora, i dentisti come tutti i liberi professionisti, dovranno dotarsi di POS ed accettare pagamenti con questo strumento superiori ai 30 euro.

A confermare l'obbligo introdotto D.M. 24 gennaio 2014 (G.U. 27/01/2014, n. 21) è stato il Tar Lazio che ha rigettato il ricorso presentato dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori per l'annullamento previa sospensione dell'efficacia del Decreto.

Le proteste dalle associazioni sindacali dei professionisti sono legate, in particolare, ai costi di gestione che andrebbero a gravare sugli studi e sull'ulteriore burocrazia necessaria.

Per il noleggio di una apparecchiatura POS, a seconda degli accordi con il gestore, si pagano da 0 a 20 euro al mese ai quali vanno aggiunti i costi telefonici per la chiamata e le commissioni per ogni transazione che variano a seconda della "card" utilizzata per il pagamento ed il circuito utilizzato. Per esempio, accettando un pagamento con il bancomat le commissioni applicate possono variare allo 0,50 al 1,2% mentre per una carta di credito dallo 0,80% fino al 5% a secondo del tipo di carta di credito o debito utilizzata.

Articoli correlati

Da sempre i risultati a lungo termine delle procedure restaurative adesive sono stati fortemente influenzati dall’abilità dell’operatore oltre che dalla bontà dei materiali....


Il cavo orale rappresenta un ambiente ostile per i materiali dentali utilizzati in odontoiatria. Stress fisici e chimici, causati da bevande acide e componenti alimentari...

di Lara Figini


agora-del-lunedi     27 Settembre 2021

Ripariamo i denti rotti

Partendo da un interessante lavoro scientifico tutto italiano, il prof. Gagliani ragiona sull’importanza della restaurativa conservativa

di Massimo Gagliani


Le incrinature dentali rappresentano sempre una problematica di difficile gestione e diagnosi da parte dell’odontoiatra. Tendenzialmente, la prognosi di un dente incrinato è...

di Lara Figini


Una ricerca dell’Università di Bologna ha evidenziato i disordini muscoloscheletrici dei professionisti, il 60%  ne soffre, in particolare le donne. Le cause: poca considerazione...


Altri Articoli

Ad aprire le lezioni il prof. Carlo Guastamacchia. Ancora la possibilità di iscriversi ad una full immersion di tre giorno a gennaio


Il doppio libro sulla Restaurativa Adesiva dei settori latero-posteriori supera le 2 mila copie vendute. Albonetti (EDRA), merito della qualità e professionalità dell’Autore


Discordanti le indicazioni del Governo e quelle NHS. Per la British dental Association poca chiarezza che penalizza il paziente


Studi odontoiatrici ma anche laboratori odontotecnici devono “proteggere” i dati sensibili dei pazienti conservati nei computer e device. Il Garante pubblica un utile vademecum 


Si è tenuto sabato 9 ottobre 2021 nella splendida cornice di Villa Branca a Mercatale Val di Pesa (Firenze), l’Assemblea Annuale di APA,(Amici Per l’Africa) che si occupa del Soccorso Odonto...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio