HOME - Normative
 
 
30 Gennaio 2015

La tariffa particolarmente bassa non viola il decoro professionale. Lo chiarisce il Consiglio di Stato


Il Consiglio di Stato, con la sentenza numero 238 del 22 gennaio 2015, entra nel merito del decoro professionale indicando che la tariffa particolarmente bassa non può essere un parametro valido per giudicarne il comportamento dell'iscritto all'Ordine.
La sentenza nasce da un ricorso dell'Ordine dei geologi contro le sanzioni dell'Antitrust inflitte per aver adottato comportamenti che, di fatto, riproponevano un controllo sulle tariffe degli iscritti.
Una situazione simile a quella della sanzione comminata sempre dall'Antitrust alla FNOMCeO contro la quale la Federazione, anche lei, ha annunciato di aver presentato ricorso.

In sostanza l'Ordine dei Geologi, come anche quello di medici ed odontoiatri, sostiene che tariffe particolarmente basse possono nascondere  prestazioni di scarsa qualità e quindi danneggiare il consumatore e di conseguenza ledere il decoro professionale.
Di parere diverso il Consiglio di Stato sostenendo che il professionista che applica una tariffa, anche se molto ridotta, non è sanzionabile dall'Ordine per violazione del decoro professionale, sarebbe come reintrodurre un controllo sulle tariffe, motivano. Inoltre i giudici di Palazzo Spada ricordano che il decoro non può essere giudicato in base alla tariffa professionale applicata ma sulla base di altri principi.
Per tutelare i consumatori dalle tariffe, viene ricordato, ci sono altri strumenti come quelli che regolamentano la concorrenza sleale e le pratiche commerciali scorrette.

La sentenza ribadisce, quindi, quanto già evidenziato dall'Antitrust ovvero il professionista può applicare le tariffe che ritiene più adeguate.

Articoli correlati

Confesso che sono un "Gobbo" e come tale per il suo decimo compleanno ho regalato (su richiesta) a mio figlio la nuova maglia della Juventus con tanto di terza stella, anche se per il mio senso...


Sotto la lente dell’Autority la società le finanziarie che hanno finanziato le cure. Federconsumatori chiede una legge che tuteli i cittadini 


L’Autority archivia la richiesta dell’Ordine di Milano contro la pubblicità della protesi in prova per 30 giorni


"Raggiunto accordo per il Comune di Roma. Tutti i residenti nel Comune di Roma possono usufruire della Convenzione€ 290,00 ad impianto". Questo il testo del messaggio pubblicitario pubblicato su Il...


Altri Articoli

E’ oramai chiaro che il Governo in tema di sostengo alle imprese si ispira alla Ruota della fortuna e sperare in una programmazione o in un progetto di rilancio economico...

di Norberto Maccagno


L’obiettivo, anche in periodo di pandemia, garantire che i futuri dentisti siano preparati a curare le persone. Lo Muzio (CPCLOPD): gli atenei italiani stanno con mille difficoltà lavorando in tal...


Iandolo (CAO): “Coinvolgere gli odontoiatri nella campagna, e vaccinarli per primi, insieme al personale di studio”. Chiesta anche la proroga dell’esenzione IVA sui DPI


Secondo una nuova guida emessa dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) degli Stati Uniti, le mascherine facciali possono proteggere chi le indossa e gli altri dall'infezione da...


Domani 28 novembre Evento online organizzato da Cooperazione odontoiatrica Internazionale Onlus e la sezione di Medicina Legale dell’Università di Torino


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali