HOME - Normative
 
 
04 Maggio 2015

Medicina estetica, AIO: legge 409 abilita gli odontoiatri a tutte le tipologie di cura di denti, bocca, mascelle e relativi tessuti


"Odontoiatra e medico per legge pari sono in fatto di medicina estetica: sono gli unici professionisti sanitari parimenti abilitati a praticare atti medici come diagnosi, terapia, riabilitazione. Il parere del Consiglio superiore di sanità rischia di  porre dubbi rispetto a una legge che invece è molto chiara".

Fausto Fiorile
vicepresidente di Associazione Italiana Odontoiatri ribadisce la posizione del sindacato dei dentisti all'indomani della firma del Documento congiunto siglato a Villafranca con altre dieci associazioni, tra cui Poiesis, che raggruppa professionisti impegnati a promuovere la cultura della medicina estetica in odontoiatria. Fiorile che ha partecipato alla Consensus Conference del 17 aprile scorso  ricorda che non ci possono essere vincoli o limitazioni circa metodiche terapeutiche e/o medicamenti utilizzati dagli Odontoiatri nel campo della medicina estetica; l'unico vincolo per l'Odontoiatra è rappresentato dal dover praticare "l'arte medica" nel proprio ambito di competenza.

"Nella legge 409 che ha istituito la professione di Odontoiatria, si parla esplicitamente  di diagnosi e terapia non solo dei denti e della bocca, ma anche delle mascelle e dei relativi tessuti. In sintesi le aree del viso, ben individuate dalla 409/85, sono un settore di pertinenza dell'Odontoiatra dal punto di vista patologico, funzionale ed estetico".

"La nota ministeriale del 17 settembre 2014 supportata dal parere del Consiglio superiore di sanità, è appunto semplicemente un parere che non ha valenza normativa; anzi, così come strutturato il documento rischia semplicemente di creare confusione e disorientamento tra i tantissimi professionisti che si trovano quotidianamente impegnati nelle attività cliniche per rispondere ai bisogni di salute dei propri pazienti che sono anche e soprattutto riferiti all'estetica del viso. Nell'ambito della medicina estetica, disciplina per molti aspetti ancora da esplorare, l'Odontoiatra ha tutte le carte in regola per operare con professionalità e competenze al pari di un laureato in Medicina. D'altro canto, il Dentista esercita la medicina estetica tutti i giorni nella propria quotidiana attività. Con una protesi totale ben costruita ad esempio, si può dare un supporto al labbro superiore anche di 1 cm (nota bene!) con un effetto estetico più efficace di altri aiuti d'incremento volumetrico dei tessuti. In ortognatodonzia poi si lavora sulla posizione di mascella, mandibola e denti con effetti sull'aspetto estetico del paziente estremamente importanti"

Il vicepresidente AIO si sofferma infine sulle aspettative dei pazienti odontoiatrici: "Al congresso AIO di Chia la giornata del 12 giugno sarà dedicata, in Ortodonzia e nell'ambito del simposio AIO-SIDO, al fatto che il dentista è il "medico del sorriso", e cioè del volto, perché di fatto promuove trattamenti con finalità estetiche in tutti i pazienti, e per di più sviluppa nel suo percorso professionale competenze per valorizzare funzionalità e bellezza tenendo conto delle differenze fisiche, antropometriche e culturali che caratterizzano le varie popolazioni e culture".

A cura di: Ufficio Stampa AIO

Sull'argomento leggi anche:

6 ottobre 2014: Trattamenti estetici possibili anche nello studio odontoiatrico: parere favorevole del Consiglio Superiore di Sanità ma con limitazioni

7 ottobre 2014: Interventi di medicina estetica, quelli possibili per l'odontoiatra dopo il parere del CSS. Il parere di Marco Scarpelli odontologo forense

9 ottobre 2014: POIESIS contro il parere del CSS. Costa: stiamo valutando azioni legali contro Ministero e CSS


 

Articoli correlati

O33normative     17 Gennaio 2022

Via l’IRAP ma non per tutti

Escluse le società e gli studi associati, il dott. Terzuolo spiega chi ne beneficerà. Fiorile (AIO): soddisfatti a metà, una scelta che penalizza le aggregazioni non configurandosi, ancora una...


Obiettivo attivare strumenti per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro e valorizzare la presenza dei giovani nell’Associazione


L’ordinanza avrà validità di un mese, il tampone almeno ogni 10 giorni. AIO Roma scrive a Zingaretti chiedendo chiarimenti ma precisa ai soci: l’Ordinanza vale solo per gli...


Tempo di scelte, da gennaio cambiano le aliquote per il credito d’imposta. Ecco quando conviene investire 


Lettera AIO al Premier Draghi ai ministri Speranza e Messa ed al sottosegretario Sileri per sostenere le iniziative contro “l’infezione” ed il corretto uso degli antibiotici


Altri Articoli

Obbligo di tampone bisettimanale, paura di contagio e appuntamenti persi stanno scoraggiando la professione. Il 40% dei dentisti inglesi pensa di smettere


Per l’Associazione probabile l’inserimento nel Milleproghe di un rinvio della scadenza del termine ultimo per registrarsi alla piattaforma come detentori di sorgenti di radiazioni ionizzanti


Un eventuale mutazione del rapporto di lavoro metterebbe a rischio l’equilibrio del sistema previdenziale e il pagamento delle pensioni già maturate


La normativa non indica una soluzione, la FNOMCeO interpella il Ministero. In attesa di indicazioni la Federazione suggerisce come comportarsi 


Rispetto a quello presentato dalla Senatrice Boldrini non compare più l’articolo che consentiva all’odontotecnico prove di verifiche di congruità in studio su richiesta e sotto la...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi