HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
20 Maggio 2008

A Rimini per discutere di odontoiatria essenziale

di Adamo Calatroni


La chiamano odontoiatria essenziale perché si propone di fornire almeno quel minimo di cure, efficaci e gratuite, che possano garantire la salute orale di base a quelle fasce di popolazione che tuttora ne rimangono escluse. E' il settore dell’odontoiatria che più di ogni altro si confronta con i problemi sociali e che insistentemente mostra ciò che spesso è sotto gli occhi di tutti e nessuno vuol vedere.
Viviamo uno strano momento storico, in cui le regioni più povere del mondo continuano come sempre a dibattersi con gli irrisolti problemi della guerra e della fame mentre nei paesi ricchi i principi acquisiti di welfare vengono rimessi in discussione e progressivamente smantellati. 
Il Convegno di odontoiatria essenziale per lo sviluppo della salute orale nel mondo è giunto alla seconda edizione e si svolgerà il prossimo 24 maggio a Rimini, nell’ambito del 51° Congresso Amici di Brugg. Sarà un convegno gratuito, promosso e organizzato dalle cinque maggiori associazioni di cooperazione e volontariato odontoiatrico unite, con l’incoraggiamento degli Amici di Brugg: Coi, Giaco, Smile Mission, Overland for Smile e Smom. A presiedere i lavori sarà la professoressa Laura Strohmenger, a coordinare il dottor Pino La Corte.
È stato proprio Pino La Corte, presidente della Smom - Solidarietà Medico Odontoiatrica nel Mondo - a raccontarci le tematiche del prossimo evento riminese.
Il convegno mette al centro delle relazioni il diritto alla salute di ogni cittadino in un sistema assistenziale dominato in gran parte dalla libera professione, che emargina di fatto quella parte consistente della popolazione che non è in grado di pagarne i costi. Le relazioni del convegno rivisitano obiettivi e strategie terapeutiche riconducendole all’essenzialità dell’aspetto clinico.

Caro Pino, si tratta forse tematiche scomode, certamente fuori moda…
Garantire la tutela della salute orale degli individui appartenenti alle classi economicamente disagiate, in genere, non rappresenta un argomento preminente per la comunità degli odontoiatri italiani.
Allo stesso modo, non sembra attuale occuparsi dei miliardi di persone che oggi nel mondo restano privi di qualsiasi forma di assistenza dentistica. In Italia, sono rari i convegni odontoiatrici in cui si senta parlare di salute pubblica, di riduzione della prevalenza della patologia orale, di disabilità sociale, degli aspetti trasculturali del rapporto col paziente straniero e quindi, in sintesi, di odontoiatria sociale.
Parlare oggi di odontoiatria sociale, pone gli odontoiatri italiani di fronte a numerose incertezze…
La letteratura scientifica è carente e il servizio odontoiatrico pubblico è di fatto inadeguato e pertanto privo di dati utili alla gestione del bisogno di salute orale degli strati sociali deboli. È prevalso un modello unidirezionale in cui i pazienti di riferimento per la libera professione appartengono a quelle categorie che dispongono di risorse economiche cospicue per tutelare la propria salute. In Italia però sono molti i cittadini a essere tagliati fuori.

Il convegno vuole attirare l’attenzione dei partecipanti sulla necessità di allargare la tutela della salute orale alle comunità svantaggiate in Italia e nel mondo.
Il convegno sarà presieduto dalla professoressa Laura Strohmenger dell’Università agli studi di Milano, coordinatrice, sempre a Milano, del centro di collaborazione dell’Oms.
Inizialmente verrà affrontata una disamina del rapporto tra la salute orale e la disabilità sociale e degli aspetti transculturali che emergono nel trattare con i pazienti stranieri. La discussione aiuterà i partecipanti a entrare nel mondo dei bisogni insoddisfatti di coloro che vivono ai margini della società perché non dispongono di un reddito sufficiente o perché migranti.
Il dottor Christan Riboldazzi tratterà la gestione della ferita chirurgica. Interverrà anche il professor Francesco Bassi, direttore del Master Universitario a Torino in “Sviluppo della salute orale nelle comunità svantaggiate e nei Paesi in via di sviluppo”: parlerà delle riabilitazioni protesiche facilitate.
Si passerà poi ad affrontare nei dettagli i programmi di salute promossi dall’Oms per le comunità tramite il Basic Package of Oral Care.
I modelli d’intervento sanitario devono essere ripensati per essere capaci di allargare l’accesso alle cure odontoiatriche anche a individui oggi esclusi con tecniche operative semplici, efficaci e di basso costo. In quest’ottica si muove l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha messo a punto un documento che definisce le linee guida dei prossimi anni nei paesi in via di sviluppo. Il Basic Package of Oral Care (Bpoc) è proprio questo, e definisce alcune priorità:
- Oral Urgent Treatment (Out), per assicurare le urgenze attraverso una chirurgia pulita e il controllo del dolore;
- Affordable Fluoride toothpaste (Aft), ossia il rafforzamento dei tessuti grazie all’azione preventiva del fluoro;
- Atraumatic Restorative Treatment (Art), la cura della carie attraverso terapie efficaci, atraumatiche e poco costose.

Il convegno sarà concluso da una tavola rotonda sul tema: “Un modello di sviluppo odontoiatrico nei paesi in via di sviluppo”. Oltre ai nomi già citati, parteciperanno il dottor Marco Landi, Presidente Fondazione Andi; il dottor Roberto Santopadre, dell’associazione Giaco e il dottor Sergio Formentelli di Smile Mission.

GdO 2008; 7

Articoli correlati

Altri Articoli

La comunicazione non verbale e le tecniche di ascolto attivo per superare le barriere relazionali imposte dalle mascherine e dagli altri dispositivi


Vecchiati (COI): mettiamo a disposizione del Ministero la nostra esperienza ventennale nell’organizzare ed attivare progetti di odontoiatria sociale in Italia e nel mondo


Il gioco di squadra mette insieme le peculiarità dei singoli giocatori che, in sintonia fra di loro, conquistano la vittoria


Entra in gioco in casi di dipartita di uno dei soci ma anche per definire incarichi e privilegi. I consigli dell’avvocato Edoardo Colla


Con tale misura sarà possibile effettuare test antigenici rapidi come ausilio diagnostico sui pazienti che arrivano negli studi peraltro già sottoposti a triage. Peirano (CAO): gli odontoiatri...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali