HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
15 Febbraio 2006

La correzione del morso aperto anteriore

di G. De Riu, R. Gobbi, S.M. Meloni, O. Massarelli, *P. Merlini, A. Tullio


La correzione del morso aperto anteriore è un argomento molto dibattuto: per le indicazioni alla corretta strategia cui optare per la correzione, la sua terapia (ortodontica o ortodontica e chirurgica) e perfino per le stesse cause della malocclusione. Scopo del lavoro è quello di indicare delle semplici linee guida al trattamento di questa deformità alla luce di una revisione della letteratura sull’argomento e della nostra esperienza chirurgica. La correzione dell’open bite non è legata ad una unica tecnica superiore alle altre: questa malocclusione è conseguente a deformità dentofacciali diverse, e specifici sono i trattamenti di scelta.

Open bite: indications of treatment
Open bite is still matter of debate because of different points of view about its causes, treatment strategies and techniques. The Authors’ aim is a comprehensive analysis of open bite in order to provide indications for therapy. A chart flow useful for choosing the right treatment is also proposed. As open bite depends on different jaw malformations, the authors think that a treatment of choice does not exist but better results are guaranteed only by specific treatment of the different dentoalveolar deformities.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Sassari
Istituto di Clinica Odontoiatrica
Cattedra e UO di Chirurgia Maxillo-Facciale
Responsabile: prof. A. Tullio
*Libero professionista - Nuoro    



Articoli correlati

ObiettiviLo scopo di questo lavoro consiste nel descrivere il protocollo in uso presso il reparto di Ortognatodonzia del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Ricostruttive e Diagnostiche...


Obiettivi. Lo scopo di questo lavoro consiste nel presentare i risultati del protocollo con dime termostampate attuato presso il Reparto di Ortognatodonzia del Dipartimento di Scienze Chirurgiche,...


Obiettivi. Scopo del lavoro è definire quali siano i criteri fondamentali nella scelta di una terapia chirurgica per il trattamento delle III Classi e quali siano i principi essenziali del...


Le terze classi comprendono un vario gruppo di forme cliniche caratterizzate prevalentemente da una riduzione della crescita sagittale e trasversale del mascellare superiore rispetto alla crescita...


In questa seconda parte dell'intevista in tema di chirirgia ortognatica si è voluto prendere in esame l'"ottica" del paziente, ovvero quanto questi interventi risultino impegnativi e...


Altri Articoli

La proposta 5 Stelle contenuta tra gli emendamenti alla Manovra. Sen. Endrizzi: compatibile con la legge di Bilancio, le SrL odontoiatriche comportano perdite erariali rispetto a StP 


A Pescara un ex (vero dentista) all’Aquila due odontotecnici ed un odontoiatra


Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Il presidente CAO di Cuneo commenta i dati illustrati durante il convengo EDRA e sostiene che battersi per una modalità di esercizio omogenea serve per tutelare la salute dei cittadini da chi punta...


Un sistema matematico che trasforma una richiesta iniziale in una risposta finale coerente ed efficacie nella chirurgia guidata


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi