HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
15 Febbraio 2006

Tecnica di distrazione bi-direzionale del mascellare superiore

di F. Carlino, *M. Marzolo


Le metodiche di distrazione osteogenetica applicata all’ortodonzia non hanno conosciuto fino ad ora una grande diffusione nel nostro Paese, principalmente per l’ingombro delle apparecchiature utilizzate e per la scarsa predicibilità dei risultati. Viene presentata una metodica di distrazione bi-direzionale del mascellare superiore praticata con una placca munita di vite ortodontica a due vie montata su bande. Il caso clinico riguarda un paziente portatore di malocclusione dento-scheletrica di III classe con morso aperto, asimmetria mandibolare e affollamento dentale limitato ai settori anteriori delle due arcate. I vantaggi del trattamento descritto risiedono nella sua rapidità, nell’evitare estrazioni dentarie e nella completezza del risultato morfo-funzionale ottenuto. Lo svantaggio è che il paziente è stato sottoposto a due interventi chirurgici nello spazio di un anno. I candidati a trattamenti di questo tipo vanno pertanto accuratamente selezionati e debitamente informati circa le modalità della procedura prevista.

Bi-directional maxillary distraction osteogenesis
Distraction osteogenesis procedures have not gained a great success in Italy, because appliances needed are bulky and results are unpredictable. The authors describe an original bi-directional upper jaw distraction procedure, performed via an orthodontic double-screw palatal plate. A case of a class III malocclusion with open bite, mandibular asymmetry and anterior dental crowding in both arches is reported. The advantages of this treatment are: good functional and aesthetical results, short treatment time and avoidance of teeth extractions. The disadvantage is that the patient needed two surgical interventions in a year. Therefore Patients must be carefully chosen and well informed about treatment plan.
 
Qualifiche Autori:
Ospedale Galeazzi - Milano
UO di Chirurgia Maxillo-Facciale II - Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale
Responsabile: dott. F. Grecchi
*Libero professionista - Milano



Articoli correlati

In questa seconda parte dell'intevista in tema di chirirgia ortognatica si è voluto prendere in esame l'"ottica" del paziente, ovvero quanto questi interventi risultino impegnativi e...


Il professor Aldo Bruno Giannì, nato a Milano nel 1965, si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1989 e consegue quindi nel 1994 la specialità in Chirurgia Maxillo-Facciale presso...


Altri Articoli

Pubblicato in GU il Decreto con la norma che obbliga anche gli igienisti dentali all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria delle fatture emesse nei confronti dei pazienti. Ecco le modalità


L’invito ai soci è quello di prescriverli sono se necessari ed informare i pazienti sull’utilizzo consapevole. Il presidente Fiorile invita ad aderire al Manifesto di Choosing Wisely Italy.


Il presidente Iandolo ribadisce la necessità di un intervento normativo. Intanto il Ministro Speranza si dice disponibile a ragionare su proposte SUMAI


In continuità con l’offerta formativa anche alla luce del nuovo Ordine Professionale, il bilancio durante la discussione delle tesi all’Università di Brescia


L’esperienza del dott. La Scala in un video in cui affronta i vantaggi clinici e di comunicazione con il paziente grazie al “communication packaging” e a BLACKBOX di IDI EVOLUTION


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi