HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
15 Febbraio 2006

Tecnica di distrazione bi-direzionale del mascellare superiore

di F. Carlino, *M. Marzolo


Le metodiche di distrazione osteogenetica applicata all’ortodonzia non hanno conosciuto fino ad ora una grande diffusione nel nostro Paese, principalmente per l’ingombro delle apparecchiature utilizzate e per la scarsa predicibilità dei risultati. Viene presentata una metodica di distrazione bi-direzionale del mascellare superiore praticata con una placca munita di vite ortodontica a due vie montata su bande. Il caso clinico riguarda un paziente portatore di malocclusione dento-scheletrica di III classe con morso aperto, asimmetria mandibolare e affollamento dentale limitato ai settori anteriori delle due arcate. I vantaggi del trattamento descritto risiedono nella sua rapidità, nell’evitare estrazioni dentarie e nella completezza del risultato morfo-funzionale ottenuto. Lo svantaggio è che il paziente è stato sottoposto a due interventi chirurgici nello spazio di un anno. I candidati a trattamenti di questo tipo vanno pertanto accuratamente selezionati e debitamente informati circa le modalità della procedura prevista.

Bi-directional maxillary distraction osteogenesis
Distraction osteogenesis procedures have not gained a great success in Italy, because appliances needed are bulky and results are unpredictable. The authors describe an original bi-directional upper jaw distraction procedure, performed via an orthodontic double-screw palatal plate. A case of a class III malocclusion with open bite, mandibular asymmetry and anterior dental crowding in both arches is reported. The advantages of this treatment are: good functional and aesthetical results, short treatment time and avoidance of teeth extractions. The disadvantage is that the patient needed two surgical interventions in a year. Therefore Patients must be carefully chosen and well informed about treatment plan.
 
Qualifiche Autori:
Ospedale Galeazzi - Milano
UO di Chirurgia Maxillo-Facciale II - Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale
Responsabile: dott. F. Grecchi
*Libero professionista - Milano



Articoli correlati

In questa seconda parte dell'intevista in tema di chirirgia ortognatica si è voluto prendere in esame l'"ottica" del paziente, ovvero quanto questi interventi risultino impegnativi e...


Il professor Aldo Bruno Giannì, nato a Milano nel 1965, si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1989 e consegue quindi nel 1994 la specialità in Chirurgia Maxillo-Facciale presso...


Altri Articoli

La mappa delle oltre 5 mila società censite da ENPAM, previsto un gettito di oltre 7 milioni di euro. Controlli e sanzioni: previsti “incroci” con i dati delle Entrate 


Per l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma sono 9700 nuovi casi in un anno in Italia. Attivata campagna di prevenzione con visite gratuite


Intelligenza artificiali, immagini e stampanti in 3D, staminali rigeneratrici. Come cambiano gli specialisti che curano e riabilitano il cavo orale. Anche la prevenzione dei danni da fumo trova nuove...


Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Ecco le previsioni dei punteggi minimi necessari per entrare senza aspettare i "ripescaggi" a medicina ed odontoiatria 


I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi