HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
30 Aprile 2006

I dispositivi funzionali nella correzione delle malocclusioni di II Classe

di L. Contardo, **N. Baldassi, *G. Denotti, A. Castaldo, R. Di Lenarda


Scopo del lavoro è confrontare gli effetti ortopedici e ortodontici ottenuti con tre dispositivi funzionali (Andresen, Bass e Fränkel) per la correzione delle II Classi, I divisione in soggetti normodivergenti. Sono state valute teleradiografie latero-laterali pre e post trattamento di 33 soggetti con età compresa tra 8 e 11 anni di entrambi i sessi affetti da malocclusione di II Classe, I divisione da retrognazia mandibolare. I soggetti sono stati divisi in 3 gruppi e sottoposti a terapia funzionale con: attivatore di Andresen (10 soggetti, G1), apparecchio di Bass (13 soggetti, G2), regolatore di funzione Fränkel (10 soggetti, G3). I valori pre (T1) e post (T2) trattamento di 28 parametri scheletrici e dei tessuti molli ricavati dalle analisi cefalometriche Standard, Ricketts, Jarabak ottenuti sono stati analizzati con i test statistici t-test per dati appaiati, analisi della varianza One-way Anova e post-hoc di Scheffè. Tutte le apparecchiature hanno determinato un avanzamento mandibolare, ma statisticamente significativo solo nel gruppo trattato con il dispositivo di Bass. Dai risultati ottenuti emerge una tendenza all’apertura del morso con tutte le apparecchiature, in misura maggiore con l’angolatore di funzione di Fränkel. L’influenza delle apparecchiature funzionali sulla dentatura risulta trascurabile, in particolare non si è osservata vestibolarizzazione degli incisivi inferiori. L’altezza facciale e la relazione tra mascellare e mandibola sul piano sagittale risultano maggiormente influenzate dall’apparecchio di Bass determinando un conseguente miglioramento del profilo facciale.

Functional therapy in the treatment of Class II malocclusions
The aim of the study is to compare orthodontic and orthopaedic effects of three functional appliances (Andresen, Bass and Fränkel) in normodivergent Class II division 1 patients. 33 patients of both gender aged between 8 and 11 years were recruited for the study. They were all suffering from Class II division I malocclusion due to mandibular retrusion. Cephalometric radiographs were taken before and after treatment. Patients were divided into 3 groups and treated by: Andreasen activator (10 patients, G1), Bass appliance (13 patients, G2), Fränkel functional appliance (10 patients, G3). Pre- (T1) and post-treatment (T2) values of 28 skeletal and soft tissue parameters measured by Standard, Ricketts and Jarabak cephalometric tracings were analyzed with an independent t-test, One-way Anova and Scheffè post-hoc statistical tests. All the appliances determined mandibular advancement but statistically significant results were observed only in the Bass group. Data showed that all appliances induced a mandibular backward rotation, which was particularly evident in Fränkel group. The effect of functional appliances on teeth position was very low; no buccal inclination of lower frontal teeth was observed. Facial height and sagittal maxillary and mandibular position were more influenced by Bass appliance leading to improvement of facial profile.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Trieste - CLSOPD
Presidente: prof. R. Di Lenarda
Cattedra di Ortognatodonzia - Titolare: prof. A. Castaldo
*Università degli Studi di Cagliari
Dipartimento di Chirurgia e Scienze Odontostomatologiche



Articoli correlati

ObiettiviLa presente trattazione ha inteso valutare l'efficacia e il timing dei dispositivi funzionali nel trattamento delle II classi nei soggetti in crescita.Materiali e metodiLo studio è...


ObiettiviÈ stata valutata l'efficacia dei dispositivi funzionali (FJO) associati alla trazione extraorale (EOT) rispetto ai soli apparecchi funzionali nella correzione scheletrica della...


ObiettiviValutare l'efficacia dei dispositivi ortopedici di trazione mascellare nelle malocclusioni di III classe, con riferimento alle indicazioni e alla tempistica di trattamento, nonché ai...


ObiettiviValutare la tempistica di trattamento più appropriata per le malocclusioni di Classe II prima divisione.Materiali e metodiLo studio è basato su una revisione della letteratura al fine di...


Obiettivi. L’obiettivo della presente ricerca è stato la valutazione degli effetti del trattamento di un dispositivo intraorale per la distalizzazione unilaterale o bilaterale dei molari.Materiali...


Altri Articoli

Con tale misura sarà possibile effettuare test antigenici rapidi come ausilio diagnostico sui pazienti che arrivano negli studi peraltro già sottoposti a triage. Peirano (CAO): gli odontoiatri...


Controllate aziende e laboratori di analisi, privati e convenzionati, ed altre strutture similari operanti nel commercio e nell’erogazione di test di analisi molecolari, antigeniche e sierologiche...


Il TAR respinge il ricorso presentato dalla CAO La Spezia contro un Centro DentalPro e legittima l’esercizio anche delle società non STP. Sarà il Consiglio di Stato a chiarire definitivamente la...


Iscritto all’Ordine di Cosenza sospeso per un mese per violazione articoli 1,2, 24,25  e 64 del codice deontologico. Ecco le motivazioni ed il commento del presidente CAO Giuseppe Guarnieri


Il JDR pubblica una interessante ricerca che conferma quanto il dentista possa essere utile per effettuare screening sulla popolazione, diventando, lo definisce nel suo Agorà del Lunedì il...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali