HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
20 Ottobre 2007

Resistenza all'apertura di cinque differenti tipi di attacchi autoleganti

di L. Favero, M. Pegoraro, E. Angi, *F. Simionato


Gli attacchi autoleganti rappresentano l’evoluzione dei tradizionali attacchi ortodontici sostituendo la legatura metallica od elastica con la presenza di una “quarta parete” in grado di migliorare la sicurezza e completezza dell’unione arco-attacco mantenendo una bassa frizione. Inoltre rappresentano un notevole risparmio di tempo per l’operatore. Il presente studio analizza e mette a confronto la quantità di forza necessaria a liberare il filo di cinque differenti tipi di attacchi autoleganti: lo Speed (SPEED), il Damon 2 (ORMCO), il Damon 3 (ORMCO), lo SmartClip (3M) e l’In-Ovation (GAC).
I diversi meccanismi di apertura della cosiddetta “quarta parete” oltre a determinare valori di forza richiesta per l’apertura molto diversi influenza anche lo scorrimento del filo all’interno dell’attacco e i movimenti da esso indotti.

Resistance to opening in five different self-ligating orthodontic brackets
The self-ligating brackets represent the development of traditional orthodontic brackets and substitute orthodontic elastics and metal ligatures with a “four wall” device. This new type of bracket is able to improve safety and tightness of the arch-bracket system with a low friction. Moreover, the self-ligating brackets allow to save time at the chair.
This study analyses and compares the forces necessary to release an orthodontic wire from five different types of self-ligating brackets: Speed (SPEED), Damon 2 (ORMCO), Damon 3 (ORMCO), SmartClip (3M) and In-Ovation (GAC).
Because of different opening mechanism of the so called “bracket four wall” the forces required to open are very different; this also influences the freedom to slide in the slot and the movement produced by their interaction. 
 
Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Padova
Cattedra di Gnatologia Clinica
Titolare: prof. L. Favero
*già professore di Scienze dei Materiali Dentali



Articoli correlati

ObiettiviLo scopo del nostro lavoro è valutare i cambiamenti negli anni del concetto di spazio e come si siano evolute le tecniche per la risoluzione delle discrepanze dento-basali. In base ai...


ObiettiviValutare l’influenza della contaminazione ematica sull’adesione e sul sito di distacco di tre differenti tipi di bracket self-ligating.Materiali e metodiSi sono suddivisi 240 incisivi...


Obiettivi: Confrontare i valori di frizione generati durante lo scorrimento di diversi tipi di archi ortodontici (0,014” NiTi, 0,018” NiTi, 0,018”¥0,025” NiTi, 0,014” SS, 0,018” SS,...


Tesi vincitrice del XII Simposio delle Scuole Ortodontiche NazionaliLa diminuzione dei valori di attrito nelle meccaniche ortodontiche ha numerosi vantaggi e associare la riduzione della resistenze...


Il lavoro si propone di valutare in vitro la frizione che si sviluppa su un’intera arcata in 3 differenti sistemi low-friction (legature Slide, bracket Synergy, bracket autoleganti Time 2),...


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi