HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
20 Ottobre 2007

Quad Pendulum per la distalizzazione molare senza collaborazione

di A. Caprioglio, L. Bolamperti


Viene descritto il caso di un paziente di 14 anni in completa dentatura permanente con una II Classe dentale, 1a divisione e morso profondo di natura dentoalveolare. L’analisi cefalometrica evidenzia una II Classe scheletrica ipodivergente. Il trattamento ha previsto l’applicazione del Quad Pendulum per un periodo di 7 mesi, seguito da terapia fissa multibande su entrambe le arcate per circa 18 mesi. Il trattamento con il Quad Pendulum ha permesso la distalizzazione simultanea dei primi e dei secondi molari superiori. Con la terapia fissa sono state coordinate le arcate, ottenendo la I Classe molare e canina e overbite e overjet corretti.

Quad Pendulum for molar distalization without patient’s compliance
The Authors report the case of a 14-years old patient with a class II division 1 malocclusion and anterior dental deep bite. Initial cephalometric tracing reveals a hypodivergent class II relationship with reduced anterior facial height. A Quad Pendulum appliance was used for 7 months, followed by a multibracket appliance treatment for approximately 18 months. By the use of Quad Pendulum simultaneous distalization of first and second upper molars was obtained. During multibracket appliance treatment sagittal dental arch relationship was corrected, gaining canine and molar class I while correcting overbite and overjet as well.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi dell’Insubria
Facoltà di Medicina e Chirurgia
Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia
Direttore: prof. A. Caprioglio



Articoli correlati

Gli Autori, dopo una rapida rassegna della bibliografia sull’argomento dei traumi dentari, espongono i risultati delle ricerche condotte su 458 casi di trauma dentario in pazienti disabili che,...


In questo studio si vuole confrontare lo stato di igiene orale di 30 soggetti istituzionalizzati affetti da ritardo mentale, già in cura presso il Servizio Odontoiatrico e 70 che ancora non lo sono,...


Scopo di questo studio è quello di verificare la possibilità di trattare con riabilitazione implanto-protesica pazienti diversamente abili, registrando eventuali complicanze e percentuali di...


La malattia di Alzheimer, una forma di demenza progressiva scoperta all’inizio del secolo scorso dal neurologo tedesco Alois Alzheimer, è sempre più diffusa a livello mondiale. Se pensiamo alla...


L’approccio al paziente non collaborante, sia esso disabile che pediatrico, spesso non è possibile in anestesia locale ed è pertanto indispensabile ricorrere all’anestesia generale, con rischi,...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Le misure da adottare in studio, la gestione dei pazienti, la comunicazione anche attraverso i social. Questa l’esperienza del presidente CAO Reggio Emilia Fulvio Curti


Le ordinanze a causa del coronavirus hanno costretto il SIASO e rimandar eil Congresso Nazionale programmato sabato 29 febbraio a Milano


Il past president UNIDI guiderà l’International Dental Manufacturer Association. Guarda la video intervista


Il Ministero ha rilasciato una circolare con alcuni chiarimenti sul COVID-19. Tra le indicazioni anche quelli su pulizia ambienti sanitari e non sanitari e le misure preventive


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni