HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
31 Dicembre 2008

Analisi comparata dei TADs con riferimento all'impiego nella correzione delle malocclusioni di II Classe

di L. Favero, C. Pisani, E. Stellini


In ortodonzia il controllo dell’ancoraggio rappresenta un fattore critico in termini di realizzazione da parte dell’ortodontista e di collaborazione da parte del paziente.
La necessità di poter eseguire il trattamento ortodontico con la minima collaborazione del paziente ha orientato la ricerca verso l’applicazione in campo ortodontico dei principi dell’osteointegrazione enunciati da Brånemark, particolarmente utile in quei casi caratterizzati dalla presenza di elementi dentari di scarsa quantità e qualità o quando il paziente rifiuta l’impiego di dispositivi di tipo extraorale.
Numerosi Autori hanno proposto gli impianti osteointegrati in titanio come ancoraggio ortodontico, utilizzati poi al termine della terapia ortodontica come abutment per la riabilitazione protesica definitiva. Tali impianti, nonostante si siano rivelati efficaci come ancoraggio ortodontico, presentano diversi aspetti negativi, rappresentati dalle limitazioni anatomiche imposte dalle loro dimensioni, a causa delle quali possono essere posizionati con facilità solamente negli spazi edentuli, dalla necessità di attendere un certo tempo per il raggiungimento dell’osteointegrazione, dall’invasività della procedura di inserzione e dal costo economico elevato.



Articoli correlati

Obiettivi. L’uso di Temporary Anchorage Devices (TADs) nella distalizzazione consente di massimizzare la conservazione dell’ancoraggio. Obiettivo di questo lavoro è il confronto tra una...


Obiettivi. Mettere a confronto una meccanica intrusiva che utilizza miniviti con una che utilizza una metodica tradizionale.Materiali e metodi. Sono stati presi in esame 50 pazienti con necessità di...


Da oltre 20 anni in letteratura si parla dell’utilizzo dell’ancoraggio scheletrico in ortodonzia: la semplificazione della gestione dell’ancoraggio ha portato alla massiccia diffusione di...


Altri Articoli

Meno burocrazia, garanzie, erogazione più rapida e tassi che potrebbero arrivare a valori davvero prossimi allo zero. L’analisi del Dott. Terzuolo che avverte: “è sempre un debito”


ENPAM indica le modalità operative per completare la domanda e le scadenze per chi non l’ha ancora presentata ma vuole farlo


Cairoli FROMCeO Lombardia Odontoiatri: prima di indicare protocolli e procedure serve avere dei dati statistico epidemiologici attraverso i quali capire quale direzione prendere.


Rinnovato anche il Consiglio direttivo del Comitato Italiano di Coordinamento delle Società Scientifiche Odontostomatologiche 


Webinar live il 15, 16 e 17 aprile co la dott.ssa Allegra Comba, Socia Attiva dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa (AIC)


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni