HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
30 Aprile 2009

L'articolazione temporo-mandibolare in dentatura decidua e mista. Revisione della letteratura

di A. Caprioglio, L. Bolamperti, G. Luini


L’articolazione temporo-mandibolare (ATM) è da sempre oggetto di grande interesse per le sue innumerevoli caratteristiche di tipo strutturale, morfologico e funzionale che la rendono, se non unica, sicuramente diversa rispetto a tutte le altre articolazioni.
La morfologia dell’articolazione temporo-mandibolare varia drasticamente nel periodo postnatale rispetto alla maggior parte delle altre strutture.
Alla nascita il condilo non ha ancora raggiunto la propria maturità anatomica e istologica, la componente articolare è essenzialmente piatta, la porzione temporale è rudimentale, mentre l’emi - nenza è assente. L’ATM neonatale presenta inoltre notevoli componenti vascolari. L’obiettivo di questo studio è fornire una dettagliata descrizione dei processi di sviluppo istomorfologico dell’articolazione temporo-mandibolare, ponendo attenzione sia al grado di sviluppo alla nascita, sia ai processi di maturazione delle varie strutture che la compongono, in correlazione alle diverse fasi di sviluppo della dentatura. Per questo scopo l’articolazione è stata divisa nelle sue diverse componenti: condilo, fossa glenoide, eminenza articolare o tubercolo articolare, processo postglenoideo, disco articolare e capsula articolare.

Abstract - The temporomandibular joint in primary and mixed dentition. A literature review
Objectives. Aim of this work is to provide a detailed description of the development of the temporomandibular joint (TMJ) in primary and mixed dentition. Methods. The most important joint structures (condyle, glenoid fossa, articular eminence, articular disk and articular capsule) are analyzed separately in relation to histomorphology at birth and during the following stages of maturation and development.
Results. During growth the glenoid fossa acquires its characteristic S shape and a tubercle develops. The articular eminence height grows at a very high rate until the age of seven (the period of primary dentition), almost stops until the age of eleven (the period of mixed dentition) and reaches its full height by the age of 20. Conclusions. The knowledge of TMJ evolution during craniofacial growth could help to establish more biological treatment modalities.



Articoli correlati

ObiettiviLo scopo di questa revisione della letteratura consiste nel valutare le attuali conoscenze circa la relazione esistente tra malocclusione di Classe II di Angle (in particolare della...


ObiettiviL’obiettivo dello studio è approfondire le conoscenze sulla possibilità di definire il protocollo di riferimento nell’artrocentesi dell’articolazione temporomandibolare (ATM)...


OBIETTIVI. L’obiettivo di questa revisione non è certo quello di stabilire conclusioni definitive sul legame tra colpo di frusta e disturbi temporo-mandibolari (DTM), bensì di fornire una visione...


Le cure alternative possono aiutare i pazienti, e lo possono fare proprio nel trattamento dei disturbi “contro” i quali la medicina contemporanea ha poche armi. L’argomento è stato affrontato...


Riassunto¦ Obiettivi. Data la rarità della condromatosi sinoviale dell’ATM, le difficoltà diagnostiche e le controversie terapeutiche, abbiamo ritenuto interessante apportare la nostra...


Altri Articoli

Tra i temi in discussione la valutazione su una possibile revisione delle procedure anti Covid indicate per gli studi odontoiatrici


Anelli: i sanitari a rischio sono tutti, non si faccia il 'tu sì tu no. La terza dose va estesa a tutti perché «garantisce la riduzione del rischio e aiuta la categoria a continuare a lavorare in...


Giovedì 30 il termine ultimo per l’invio da parte di odontoiatri, igienisti dentali e strutture sanitarie dei dati delle fatture messe direttamente ai pazienti al Sistema Tessera Sanitaria


In occasione della quinta edizione del Dental Forum ad Asti, il 2 ottobre 2021, l’intervento “Il digitale e la nuova e-inclusion in odontoiatria” sarà focalizzato sui trend che stiamo...


Uno lavorava in un poliambulatorio medico, l’altro in un sottoscala, gli altri 2 arrotondavano facendo i buttafuori 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio