HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
30 Aprile 2009

Riassorbimento radicolare di origine ortodontica. Revisione della letteratura

di F. Iazzetti, F. Demarosi, A. Carrassi


Il riassorbimento radicolare è una condizione che può interessare ogni campo dell’odontoiatria. Esso è caratterizzato da una perdita di sostanza a carico del cemento e della dentina della radice del dente, cui può conseguire la riduzione della lunghezza radicolare (1).
Mentre il riassorbimento dei denti decidui è un processo programmato e fisiologico, per la radice permanente questo fenomeno rappresenta un processo complesso e potenzialmente distruttivo (2).

Abstract - Orthodontic root resorption. A literature review
Objectives. Root resorption is a disease that can affect the precementum and cementum on the outer root surface (external resorption) or the predentine on the inner root surface (internal resorption). The aim of this paper is to describe epidemiological, etiological, pathogenetic, clinical and treatment aspects of orthodontic EARR (External Apical Root Resorption) on the basis of literature data.
Materials and Methods. EARR etiology is based on two basic pathological steps: the injury of root surface and the stimulation with activation of multinucleate cells. Several mechanical and chemical predisposing factors have been identified, but orthodontic tooth movement is the most common cause by far. EARR risk factors related with orthodontic treatment are genetic susceptibility, systemic factors, drugs, anomalies of root form, previous dental trauma and variables related to orthodontic treatment (direction and extent of tooth movement, characteristic of used forces, extraction model).
Results and Conclusions. Pre-treatment and post-treatment periapical X-rays are very useful to identify early root resorption and to decide whether to continue, modify or discontinue orthodontic treatment.



Articoli correlati

Obiettivi. Descrivere l’epidemiologia e il management dell’avulsione traumatica, il più invalidante, dal punto di vista estetico-funzionale, tra tutti i traumi orali. I pazienti che subiscono...


Obiettivi. Lo scopo del lavoro è la presentazione di un caso clinico di trasposizione canino/primo premolare superiore sinistri trattato seguendo le indicazioni della letteratura internazionale. La...


Quando l’ortodontista si trova a dover risolvere una disarmonia occlusale non può non considerare, tra le conseguenze del suo intervento, l’insorgenza di fenomeni di riassorbimento radicolare a...


Le lesioni della carie iniziali (IL) attorno alle superfici dei denti che vanno incontro a terapia ortodontica sono una problematica molto frequente. La letteratura attuale...

di Giulia Palandrani


Altri Articoli

La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


Richiesto al Ministero della Salute un report con tutti i procedimenti attivati dai vari ordini delle professioni sanitarie, odontoiatri inclusi, per violazione dell’art. 525 della 145/18


Il presidente dell’Ente di previdenza di medici e dentisti interviene durante la presentazione del 2° Rapporto Censis - Tendercapital sui buoni investimenti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina