HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
14 Maggio 2010

Aspetti eziologici, clinici e terapeutici del bruxismo

di S. Padalino


Obiettivi. Dopo aver inquadrato i differenti termini – parafunzione, abitudine viziata e bruxismo –, sono presi in esame l’epidemiologia, l’eziologia, i segni e i sintomi di questa attività parafunzionale. Sono esposti infine alcuni cenni di terapia e le correlazioni con il fallimento implantare.
Materiali e metodi. È stata condotta una revisione della letteratura internazionale, non solo su riviste specialistiche odontoiatriche, molte delle quali sono indicizzate su PubMed.
Risultati e conclusioni. L’eziologia del bruxismo sembra essere legata a fattori di origine centrale (risposta di attivazione del sistema nervoso centrale) piuttosto che a fattori periferici (come precontatti e iperbilanciamenti). Inoltre diversi possono essere i segni e i sintomi associati al bruxismo, non necessariamente riferiti a livello del cavo orale. A oggi la terapia di elezione è rappresentata dalle placche occlusali. Mancando di validità scientifica, è assolutamente sconsigliata la terapia occlusale irreversibile.



Articoli correlati

L’allarme arriva dal Congresso Perio 2020. Aumentano le prescrizioni di bite ed i pazienti con micro fratture dentali causate da bruxismo da stress


Come cercare di prevenire e contrastare uno stato di insoddisfazione ed ansia che può portare alla depressione, i consigli di Michele Cassetta


Dall’esperto USA i consigli su come prevenire lo stress per evitare effetti catastrofici

di Davis Cussotto


Francesco Balducci (nella foto) è un medico specializzato in odontostomatologia che ha sempre nutrito un forte interesse verso la medicina preventiva e lo studio degli stili di vita favorenti...


Tutto comincia dalla postura scorretta e dalle conseguenze che questa ha sulla colonna vertebrale. Occorre fare in modo che le orecchie stiano sopra le spalle e queste sopra l'anca in questo modo,...


Altri Articoli

La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


Richiesto al Ministero della Salute un report con tutti i procedimenti attivati dai vari ordini delle professioni sanitarie, odontoiatri inclusi, per violazione dell’art. 525 della 145/18


Il presidente dell’Ente di previdenza di medici e dentisti interviene durante la presentazione del 2° Rapporto Censis - Tendercapital sui buoni investimenti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina