HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
01 Novembre 2010

Prevenzione delle malocclusioni: indicazioni di base

di E. Bazzini, F. Ventrini, P. Armienti, S. Porcari, G. Garattini


Obiettivi. Obiettivo di questo articolo è illustrare quali sono i fattori di rischio più frequenti per lo sviluppo delle malocclusioni, come individuarli e prevenirli.
Materiali e metodi. È stata analizzata la letteratura internazionale riguardante le funzioni, le parafunzioni e le abitudini scorrette che favoriscono la comparsa delle malocclusioni più frequenti e come intervenire per eliminarle.
Risultati. Tutte le parafunzioni e abitudini scorrette analizzate possono comportare, se non trattate precocemente, un’alterata crescita del distretto oro-maxillo-facciale.
Conclusioni. È possibile intercettare e trattare precocemente le abitudini scorrette per evitare l’aggravarsi di malocclusioni preesistenti e/o l’instaurarsi di nuove. A tale scopo, è necessario che gli specialisti che controllano periodicamente il bambino (ad es., il pediatra, l’igienista dentale, l’odontoiatra) siano in grado di riconoscere precocemente le abitudini scorrette e inviino il paziente all’ortodontista per le cure del caso.



Articoli correlati

Un’indagine SIdP rileva che un italiano su 5 tra i 35 e i 70 anni teme che non potrà permettersi le cure odontoiatriche e vede a rischio le sue condizioni di salute orale


La soluzione allo studio di un gruppo di ricercatori italiani: la possibilità di modificare lo spray prodotto dai manipoli per ridurre la pericolosità degli aerosol nella pratica odontoiatrica


La paura del contagio non frena il ritorno nello studio dentistico dopo il lockdown, 8 pazienti su 10 li reputano sicuri. Le conferme da una ricerca SIdP


Cosa sono e quali gli esami diagnostici che possono indicare la positività di un paziente al Covid-19 e quali le responsabilità ed i doveri del dentista?


Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


Altri Articoli

Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


L’85% dei titoli sono conseguiti da cittadini italiani. Stabile anche il numero dei riconoscimenti dei titoli di residenti stranieri 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION