HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
02 Aprile 2012

La frequenza delle anomalie dentarie nei pazienti affetti da cheilognatopalatoschisi

di G. Padricelli, A. Monsurrò, V. Grassia, L. Perill


Obiettivi
Lo scopo del presente studio è stato quello di analizzare le anomalie dentarie dell'arcata mascellare in soggetti con schisi per individuare quale tipologia fosse maggiormente interessata, quali anomalie risultassero più frequenti e quali elementi dentari fossero più colpiti.

Materiali e metodi
Sono state analizzate ortopanoramiche (OPT), TC Dental Scan, foto intraorali e modelli studio di 18 soggetti, 10 maschi e 8 femmine, con età media di 11,2 anni con schisi completa o parziale, bi- o monolaterale. È stata valutata la presenza di: soprannumerari, agenesie, anomalie di forma e volume, ectopia, distopia, eterotopia, rotazioni e inclusioni.

Risultati
Per le anomalie sono state riscontate le seguenti prevalenze: agenesie 22,5%, anomalie di posizione 19,3%, rotazioni 17,7%, anomalie di forma 16,1% e inclusioni 14,5%. Per gli elementi dentari colpiti è stata riscontrata la seguente prevalenza: l'incisivo laterale 45,1% e il centrale 32,2%, canino 14,5%, secondo premolare 6,4%. Gli incisivi laterali erano più frequentemente agenesici (39,2%) o inclusi (21,4%), mentre i centrali erano ruotati 50% o presentavano anomalie di forma 20%. I canini erano quasi sempre ectopici (66,6%) o inclusi (23%). I secondi premolari erano agenesici (25%), inclusi (25%), sovrannumerari (25%) o alterati per forma o volume (25%).

Conclusioni
Le anomalie dentarie risultano molto frequenti nei soggetti con schisi. La loro individuazione è fondamentale per la progrmmazione terapeutica e la gestione di tali pazienti.



Articoli correlati

Introduzione. In questo articolo viene illustrato il caso di un paziente sottoposto a chemioterapia all’età di tre anni per un linfoma non-Hodking. I linfomi sono tra i tumori maligni più...


Scopo del lavoro è quello di descrivere le problematiche ortodontico-chirurgiche di un caso della sindrome di Klippel-Feil (KFS). Viene presentato un caso clinico e descritte le fasi del trattamento...


Obiettivi: Lo scopo di questo lavoro è quello di valutare l'incidenza e la prevalenza delle agenesie nella popolazione e di analizzare le possibili opzioni terapeutiche.Materiali e metodiLo...


Altri Articoli

Il JDR pubblica una interessante ricerca che conferma quanto il dentista possa essere utile per effettuare screening sulla popolazione, diventando, lo definisce nel suo Agorà del Lunedì il...

di Massimo Gagliani


Fondi sanitari, su convenzioni dirette possibile svolta Antitrust. E un parere cristallino della Commissione deontologica OMCeO Udine. I commenti del presidente Fiorile e del segretario Savini


Approvato il bilancio preventivo. Oliveti annuncia possibili nuovi interventi Covid a sostegno di medici e dentisti danneggiati


Per gli aiuti, il settore dentale rimane ancora a bocca asciutta. Sostegni per gli organizzatori di eventi e fiere


Una ricerca dell’Università di Palermo e di Foggia analizza la situazione ed ipotizza le scelte e le strategie da apportare sulla base delle peculiarità professionali. I commenti delle...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali