HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
02 Aprile 2013

Ancoraggio in ortodonzia. Revisione della letteratura

di B. Monti , S. Salvadori , S. Tripodi , G. Sesso , C. Maspero


Obiettivi. Per ancoraggio si intende resistenza a un movimento dentale indesiderato. L'obiettivo di questo studio è quello di analizzare il background biologico per un corretto controllo dell'ancoraggio e di valutare le differenti possibilità di ancoraggio a seconda del tipo di movimento da ottenere.
Materiali e metodi. È stata effettuata una revisione critica della letteratura con un approccio di tipo sistematico. La ricerca degli articoli scientifi ci è stata effettuata sul database della US National Library of Medicine tramite il servizio PubMed (www.ncbi.nim.nih.gov/pubmed). Le parole chiave stabilite sono state "anchorage and orthodontics". Sono stati selezionati solamente alcuni articoli di cui è stato ricercato e valutato il testo integrale.
Risultati. Un buon ancoraggio dipende dall'attività cellulare del sistema parodontale. Da un punto di vista biologico il miglior ancoraggio prevede un parodonto privo di qualsiasi cambiamento nel turn over tissutale. Questo risulta possibile se le forze che agiscono sul legamento parodontale e sull'osso circostante rimangono al di sotto della soglia che promuove il movimento dentale.
Conclusioni. Lo scopo della biomeccanica è quello di minimizzare gli effetti collaterali indesiderati e quello di massimizzare gli spostamenti dentali desiderati.



Articoli correlati

In ortodonzia, la forma dell’arco è considerata importante soprattutto per stabilità, occlusione ed estetica. L’arcata tende a ritornare verso la forma di pretrattamento...

di Davide Elsido


Dopo il completamento del trattamento ortodontico, uno degli obiettivi più importanti è il mantenimento del risultato finale. È stato riferito che circa il 70% dei casi...

di Davide Elsido


I recenti progressi nel campo dell’odontoiatria digitale hanno spianato la strada all’uso della tecnologia CAD (computer-aided design) nella moderna pratica ortodontica.Oggi,...

di Massimo Gagliani


Diversi studi di letteratura riportano che anche nei bambini il russare e l’apnea ostruttiva notturna (OSA) sono relativamente frequenti, con una prevalenza del 27% e del 5,7%...

di Lara Figini


Il diastema è definito come uno spazio, o gap, più o meno ampio tra due denti consecutivi ed è un disturbo comune. È improbabile che un diastema mediale mascellare (MMD)...

di Lara Figini


Altri Articoli

La formazione per acquisire dignità professionale. Un testo ideale per i corsi di formazione ma anche per aggiornare chi non è obbligato a conseguire l’attestato di qualifica


Per la Cassazione non è ipotizzabile ricostruire il redito di un dentista sulla base degli acquisti senza tenere conto della contabilità dello studio


Presentato in provincia di Pisa un singolare progetto che lega la lettura alla cura della propria igiene orale


Rispettare l’ambiente costa fatica (in realtà poca), rinunce (anche queste poche) e quello dell’impegnarsi per il bene collettivo alla fine rischia di rimanere una frase che suona bene, ma molto...

di Norberto Maccagno


Si chiama Associazione Nazionale Odontoiatri e Medici Convenzionati e si pone come portavoce di tutti coloro che credono nella Sanità Integrativa e vogliono renderla una opportunità per...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi