HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
07 Maggio 2013

Proposta di analisi cefalometrica 3D per un'analisi facciale globale in ortodonzia e implantologia

Proposta di analisi cefalometrica 3D per un'analisi facciale globale in ortodonzia e implantologia

di G. Perrotti, L. De Vecchi, T. Testori, R.L. Weinstein


cefalometriacefalometria
Obiettivi: L'analisi facciale globale è un approccio diagnostico che fornisce un quadro ampio e ben strutturato delle problematiche del paziente candidato a complesse riabilitazioni implantoprotesiche, a complessi trattamenti ortodontici o interventi di chirurgia maxillo-facciale.
Gli obiettivi di questo articolo sono proporre alla comunità scientifi ca e clinica un modello di analisi cefalometrica 3D a scopo diagnostico in ortodonzia, chirurgia maxillo-facciale e implantare e illustrare le attuali potenzialità dei nuovi campi di acquisizione delle indagini 3D.
Materiali e metodi: Per sviluppare questo modello cefalometrico sono stati analizzati i rapporti scheletrici cefalometrici di 30 pazienti a
cui era stata comunque richiesta una CBCT per formulare una corretta diagnosi e un successivo piano di trattamento. Non è stata richiesta l'approvazione del Comitato Etico dato che il clinico non ha fatto nulla di differente rispetto a un caso clinico di routine in cui viene richiesto un esame CBCT invece di molteplici esami 2D. L'analisi è stata effettuata con il software dedicato Materialise Simplant OMS (Leuven, Belgio).
Risultati: La dose radiogena somministrata e il tempo di esposizione infl uenzano la qualità dell'immagine. Confrontando le indagini radiografi che CBCT con le convenzionali TC-multislice si può rilevare come la CBCT sia l'esame di scelta per la ridotta esposizione alle radiazioni, l'accessibilità e il vantaggioso rapporto costi-benefi ci. L'analisi dei piani e l'analisi delle distanze fra i diversi piani forniscono utili indicazioni diagnostiche per individuare importanti alterazioni ossee e dentali.
Conclusioni: Si può quindi concludere che la proposta di analisi cefalometrica 3D può essere un utile strumento in fase diagnostica terapeutica nei casi ortodontici, di chirurgia maxillofacciale e implantare in cui è richiesta una più approfondita valutazione di parametri scheletrici di tutto il distretto maxillo-facciale.



Articoli correlati

In uno studio multicentrico con meta-analisi, pubblicato sul Journal of Endodontics, gli autori hanno eseguito un’analisi mondiale sulla prevalenza del canale linguale nei premolari...

di Lara Figini


Una recente revisione sistematica ne valuta robustezza, proprietà meccaniche, estetica e tempistica di realizzazione

di Lara Figini


L’articolazione temporo-mandibolare (ATM) è costituita da strutture anatomiche con caratteristiche e funzioni che la fanno classificare come articolazione complessa. Anomalie...

di Lara Figini


In implantologia la posizione implantare è di fondamentale importanza sia per ottenere una buona estetica che una valida funzionalità. Inoltre, un posizionamento implantare...

di Lara Figini


Altri Articoli

Per il prof. Gagliani l’odontoiatria dovrà imparare a crescere in relazione a quelle che sono le mutate esigenze della popolazione puntando su di un sistema sinergico tra un privato finanziatore...

di Massimo Gagliani


E’ successo in provincia di Reggio Calabria. I carabinieri lo hanno trovato in studio a lavorare nonostante il provvedimento dell’ASL


In collaborazione con un poliambulatorio cittadino e l’Università La Bicocca offrirà prestazioni e protesi alle persone socialmente deboli


Il tragico caso di cronaca nel bresciano ha fatto nascere interrogativi sulle responsabilità e le possibili conseguenze civilistiche e penali. Ne abbiamo parlato con il segretario AIO Danilo Savini


Uno studio italiano ha verificato l’efficacia dei vaccini contro il Sars-CoV-2 e se la somministrazione di una terza dose può conferire un'efficacia protettiva maggiore


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio