HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
01 Febbraio 2013

I fondamenti della pratica etica nei disordini temporomandibolari in era di evidence-based medicine

di D. Manfredini


Obiettivi. Lo studio dei disordini temporomandibolari (Temporomandibular Disorders, TMD) è una delle più affascinanti sfide della professione odontoiatrica, ma gli approcci diagnostico-terapeutici spesso aneddotici che ne hanno caratterizzato la clinica costituiscono un problema etico sempre più rilevante a causa dei costi biologici ed economici ai quali i pazienti sono spesso inutilmente sottoposti. Lo scopo di questo lavoro, pertanto, è quello di presentare i potenziali motivi alla base delle difficoltà nell'introduzione dei concetti scientifici nella pratica clinica.
Materiali e metodi. Il presente lavoro propone un breve riesame delle regole di condotta evidence-based nel campo dei TMD, sintetizzando i principali suggerimenti derivanti dalla letteratura disponibile nel database MedLine, e presenta le conseguenti implicazioni etiche e comportamentali per il professionista.
Risultati. La letteratura e la casistica clinica dei centri di riferimento sottolineano che i TMD sono patologie muscoloscheletriche ad andamento spesso benigno, per le quali la cronicizzazione dei sintomi riguarda solamente una minoranza dei pazienti. L'eziopatogenesi è multifattoriale, con minore importanza dei fattori occlusali rispetto a quelli psicosociali. Sia nei casi di sintomatologia autoremittente facilmente gestibile sia in presenza di sintomatologia cronica, un trattamento di riabilitazione occlusale irreversibile, come quelli spesso suggeriti sulla base di presunti esami diagnostici strumentali (per esempio: elettromiografia di superficie, kinesiografia, pedane stabilometriche), non trova alcuna giustificazione né un razionale di impiego.
Conclusioni. La pratica etica dei TMD richiederebbe una maggiore attenzione da parte della comunità odontoiatrica ai reali bisogni dei pazienti e alle informazioni derivanti dalla letteratura scientifica internazionale, con minor focus sugli aspetti commerciali della professione.



Articoli correlati

I recenti progressi nel campo dell’odontoiatria digitale hanno spianato la strada all’uso della tecnologia CAD (computer-aided design) nella moderna pratica ortodontica.Oggi,...

di Massimo Gagliani


Diversi studi di letteratura riportano che anche nei bambini il russare e l’apnea ostruttiva notturna (OSA) sono relativamente frequenti, con una prevalenza del 27% e del 5,7%...

di Lara Figini


Il diastema è definito come uno spazio, o gap, più o meno ampio tra due denti consecutivi ed è un disturbo comune. È improbabile che un diastema mediale mascellare (MMD)...

di Lara Figini


Altri Articoli

Da oltre mezzo secolo l’Acse, l’ambulatorio dei Padri Comboniani, di via del Buon Consiglio a Roma, rappresenta un punto di riferimento per tutte quelle persone costrette ai margini della vita...


Riconoscere, per legge, una valenza specialistica alla Laurea in Odontoiatria, in modo che i laureati possano partecipare ai concorsi per i ruoli dirigenziali di competenza nel Servizio Sanitario...


Henry Schein ha annunciato oggi che Henry Schein One ha acquisito Elite Computer Italia S.r.L. (Elite), un’azienda di software a servizio completo in grado di offrire soluzioni all’avanguardia...


Sulla questione della pubblicità e dell’informazione sanitaria, sono molte gli Ordini e le Associazioni odontoiatriche europee ad interrogarsi sulle regole che si dovrebbero indicare ipotizzando...


Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi