HOME - Parodontologia
 
 
25 Febbraio 2016

Correlazione tra patologie respiratorie e sanguinamento gengivale

di Lara Figini


Diversi studi in letteratura hanno riscontrato una associazione tra parodontite e patologie bronco-polmonari ostruttive croniche  BPCO [Si 2012, Zhou 2014]. Non è ancora noto però se la salute orale e le patologie  asmatiche abbiano la stessa correlazione. Vi sono, tuttavia, dati che suggeriscono che le inalazioni per l'asma e la respirazione a bocca aperta possono portare a una ridotta produzione di saliva, variazioni del pH del cavo orale e aumento del rischio di carie.

In un recente studio pubblicato su PLoS One di gennaio 2016, gli autori hanno indagato l'associazione tra il sanguinamento delle gengive e l'asma, i suoi sintomi e le BPCO, cercando di capire quale ruolo potessero avere il fumo, i farmaci per l'asma, l'igiene dentale e il reflusso gastroesofageo (GERD).
E' stato spedito un questionario postale contenente domande sulla salute respiratoria e orale dei pazienti, sul sanguinamento delle gengive durante le fasi di spazzolamento, l'età, il fumo, il livello di istruzione, la città , il sesso, la massa corporea, le eventuali malattie cardio-metaboliche, eventuale reflusso gastroesofageo, le manovre di igiene dentale quotidiane, l'eventuale congestione nasale, e gli eventuali farmaci assunti per l'asma. Questo questionario è stato inviato a campioni di popolazione in sette centri del Nord Europa, ed  hanno risposto in 13.409 soggetti.

Dai risultati ottenuti dai questionari gli autori hanno potuto constatare che il sanguinamento delle gengive fosse presente raramente o mai  tra il 76%, e l'83% della popolazione indagata che ha riferito di lavarsi i denti due volte al giorno. La prevalenza di sanguinamento delle gengive si è dimostrata variare notevolmente tra i vari centri indagati. La prevalenza dei sintomi di asma ≥3 variava tra i centri dal 10% al 19%  Il sanguinamento delle gengive è risultato essere più comune nelle persone con livello di istruzione più basso, direttamente proporzionale con l'aumento dell'indice di massa corporea ,e maggiore nei soggetti affetti da  malattie cardio-metaboliche. Il sanguinamento delle gengive è risultato essere più frequente tra le persone solite a lavarsi i  denti raramente, e in persone con malattia da reflusso gastroesofageo.

Il sanguinamento delle gengive è risultato essre in modo statisticamente significativo correllato ad asma.

Le associazioni osservate si sono dimostrate significativamente più rilevanti nei fumatori correnti.
Da questo studio emerge un legame coerente tra il sanguinamento delle gengive e la malattia ostruttiva delle vie aeree, e si può anche ipotizzare che i batteri patogeni orali possono avere effetto sfavorevole sulle vie respiratorie, probabilmente per la continuità diretta della mucosa del cavo orale e delle vie respiratorie.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33


Bibliografia:

- Si Y, Fan H, Song Y, Zhou X, Zhang J, Wang Z. Association between periodontitis and chronic obstructive pulmonary disease in a Chinese population. J Periodontol. 2012;83(10):1288

- Zhou X, Han J, Liu Z, Song Y, Wang Z, Sun Z. Effects of periodontal treatment on lung function and exacerbation frequency in patients with chronic obstructive pulmonary disease and chronic periodontitis: a 2-year pilot randomized controlled trial. J Clin Periodontol. 2014;41(6):564-72

- The Association of Gum Bleeding with Respiratory Health in a Population Based Study from Northern Europe. Gómez Real F, Pérez Barrionuevo L, Franklin K, Lindberg E, Bertelsen RJ, Benediktsdóttir B, Forsberg B, Gislason T, Jögi R, Johannessen A, Omenaas E, Saure E, Schlünssen V, Skorge TD, Torén K, Pérez Saavedra A, Svanes Ø, Åstrøm AN, Janson C, Svanes C.
PLoS One. 2016 Jan 25;11(1)


Articoli correlati

Sin dalla sua prima introduzione, più di cinquant’anni fa, l’innesto di tessuto molle è stato sempre più utilizzato nella pratica clinica per aumentare lo spessore del...

di Lara Figini


Alcuni pazienti non sono in grado di permettersi il trattamento implantare per ragioni anatomiche o economiche, quindi la riabilitazione con protesi parziali removibili (RPD)...

di Lara Figini


La parodontite cronica (CP) rappresenta il 95% delle malattie parodontali. La maggior parte dei pazienti con CP è composta da adulti, e il tasso di prevalenza aumenta...

di Lara Figini


La parodontite aggressiva localizzata (LAgP) è, come sottolineato nella sua definizione, localizzata e colpisce principalmente i primi molari e incisivi permanenti.Ha un inizio...

di Lara Figini


La malattia parodontale è molto diffusa nei soggetti adulti e diversi studi di letteratura dimostrano che ha un impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti affetti,...

di Lara Figini


Altri Articoli

Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


Al MidWinter di Chicago l’odontoaitria mondiale ha toccato con mano le novità del settore. Presente anche EDRA con la linea libri in inglese

di Davis Cussotto


Il coronavirus cambia qualcosa nell’atteggiamento da adottare da odontoiatra e personale dello studio? Il parere del consulente sulle procedure organizzative dello studio odontoiatrico


ANDI ricorda quanto previsto dalla 81/08 e consiglia 10 disposizioni da adottare. Il lavoratore obbligato ad informare se si manifestano i sintomi


Rimandati i congressi IAO, SIDP, il test del San Raffaele a medicina ed odontoiatria ed il Congresso in occasione dei 30 anni della Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia di Roma 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni