HOME - Parodontologia
 
 
04 Novembre 2016

Salute orale e polmonite. Uno studio USA su 26mila pazienti ha studiato la correlazione

di Davis Cussotto


I pazienti che eseguono periodicamente la visita di controllo dal dentista e la seduta di igiene hanno meno probabilità di ammalarsi di polmonite. A sostenerlo è Michelle Doll, professore di medicina interna presso la Virginia Commonwealth University a Richmond in USA, che ha presentato i risultati di uno studio su 26.000 pazienti al congresso della Infectious Diseases Society of America svoltosi in questi giorni a New Orleans.

"C'è un legame ben documentato tra salute della bocca e polmonite",- ha dichiarato la Doll in un comunicato stampa. "Le visite odontoiatriche sono importanti per mantenere un buon livello di salute orale. Non possiamo eliminare tutti i batteri dal cavo orale, ma l'igiene personale e professionale sono in grado di limitare la quantità di microrganismi presenti".

Ogni anno un milione di Americani si ammalano di polmonite e di questi 50.000 muoiono a causa delle complicanze di questa temibile malattia infettiva; secondo la ricercatrice molte polmoniti derivano da ingestione delle secrezioni orali nelle vie aeree.

Lo studio è stato realizzato su un campione di 26.000 pazienti i cui dati sono stati messi adisposizione dalle compagnie assicurative. I pazienti sono sati tracciati nel periodo 2013/2014 per valutare l'accesso alle cure dentali. 450 sono stati i casi di polmonite diagnosticata nel periodo studiato.

La tabella indica la percentuale di pazienti non affetti da polmonite in relazione alla frequenza delle visite dal dentista:

Frequenza del controllo dentale

Percentuale di ASSENZA di malattia

Più di 2 volte l'anno

45%

Una volta l'anno

21%

Meno di una volta l'anno

16%

Mai

16%

" Il rischio di polmonite -concludono i ricercatori- sembra essere diminuito in coloro che eseguono abitualmente visite dentistiche di routine".

A cura di: Davis Cussotto, odontoiatra libero professionista Twitter @DavisCussotto

Articoli correlati

Mantenere l’igiene del cavo orale nei reparti di terapia intensiva può essere molto utile per la salute generale dei pazienti ricoverati: uno studio israeliano, infatti, ha provato che lo...


Prof. Lior Shapira, presidente dell’European Federation of Periodontology: “La cura orale dovrebbe far parte delle raccomandazioni sanitarie per ridurre il rischio di gravi esiti legati al...


Odontoiatra: medico o “slot machine” del sorriso? Riflessione del prof. Massimo Gagliani sul ruolo del dentista

di Massimo Gagliani


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


I disturbi dell’alimentazione (ED), come l’anoressia o la bulimia, sono gravi malattie psicosociali che colpiscono adulti e soprattutto adolescenti.Gli individui affetti da ED...

di Alessandra Abbà


Altri Articoli

Prof. Lior Shapira, presidente dell’European Federation of Periodontology: “La cura orale dovrebbe far parte delle raccomandazioni sanitarie per ridurre il rischio di gravi esiti legati al...


Indagine SIdP conferma: i protocolli adottati anti Covid sono efficaci, meno dell’1% il tasso di contagio. L’odontoiatra informato si sente più sicuro sul luogo di lavoro


E’ la nostra identità digitale pubblica. Ecco come richiederlo e quali sono i provider che lo forniscono gratuitamente


Il Segretario Sindacale AIO Roma interviene su alcuni servizi che si offrono di procurare clienti allo studio odontoiatrico


Da Sx: Luigi Paglia Presidente di Fondazione –ISI, Luisa Pavia Amministratore Delegato di CAF Onlus, Giovanni Bianco Presidente di ISI e Filippo Azzali Direttore Sanitario ISI

Rinnovato accordo con Fondazione ISI per offrire cure odontoiatriche gratuite ai piccoli ospiti del Centro di Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia in crisi di Milano


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP