HOME - Parodontologia
 
 
30 Marzo 2006

Alterazioni dento-parodontali nella sindrome di Gardner

di L. Ramaglia, F. Morgese, A.E. di Lauro, R. Saviano


La sindrome di Gardner è un disordine genetico caratterizzato da polipi gastrointestinali a elevatissimo potenziale di trasformazione maligna, osteomi multipli, anomalie dentarie, cisti epidermoidi e ipertrofia congenita dell’epitelio pigmentato retinico. La frequente localizzazione mandibolare degli osteomi e le possibili anomalie dentarie, consentono all’odontoiatra di poter essere il primo specialista a porre un sospetto diagnostico di sindrome di Gardner.
Precedenti studi hanno evidenziato notevoli difficoltà nelle manovre di estrazione dentaria in pazienti affetti da sindrome di Gardner e sulla base di studi radiologici hanno attribuito tali difficoltà ad una maggiore compattezza dell’osso corticale interdentale. Il caso clinico presentato ha confermato tali difficoltà e, sulla base dell’analisi istologica condotta sugli elementi dentari estratti e sull’associato apparato di sostegno, lascia ipotizzare che le procedure exodontiche potrebbero essere ostacolate anche dalla assenza quasi completa dello spazio parodontale che sembrerebbe causata dall’iperplasia del cemento radicolare.

Dental and periodontal alterations in Gardner’s syndrome
Gardner’s syndrome is a genetic disorder characterised by gastrointestinal polyposis with a high degree of malignant transformation, multiple osteomata, teeth anomalies, epidermoid cysts and congenital hypertrophy of the retinal pigment epithelium.
Due to its frequent mandibular location and the presence of teeth anomalies, the dentist may be the first clinician to suspect Gardner’s syndrome (GS). Previous studies report difficulties related to tooth extraction in patients with GS that may be caused by cortical bone thickening between teeth as x-rays studies have shown. The case reported by the author confirmed those difficulties while histological examination of teeth extracted and their periodontal tissues allows to assume that extraction may also be complicated by the almost complete absence of periodontal space which seems to be caused by hypercementosis.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Napoli "Federico II"
Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-facciali
Direttore: prof. S. Matarasso

Dental Cadmos 2006; 3: 79-85

Articoli correlati

I denti, allo stato attuale, vengono per lo più estratti a causa di patologie croniche dei loro tessuti di supporto, come la parodontite da sola o in combinazione con una...

di Lara Figini


L’emostasi e la coagulazione si fondano su un perfetto equilibrio tra fattori anticoagulanti e coagulanti. Nei pazienti con cirrosi epatica (LC) questo equilibrio viene...

di Lara Figini


I denti sovrannumerari hanno una frequenza di sviluppo, nella dentizione permanente, compresa tra lo 0,15% e il 3,9% nei caucasici e superiore al 3% negli individui di razza...

di Lara Figini


Il trapianto di un dente da un sito all’altro nello stesso paziente, chiamato autotrapianto, rappresenta oggi una tecnica ben documentata che dovrebbe essere considerata come...

di Lara Figini


Immagine di archivio

L’avulsione del dente provoca un riassorbimento dell’osso alveolare sia in senso verticale che orizzontale con un rimodellamento volumetrico spontaneo dei tessuti duri e...

di Alessandra Abbà


Altri Articoli

Il prof. Gagliani si sofferma su di un lavoro che analizza un'overdenture mandibolare supportata da quattro impianti corti si è dimostrata una modalità di trattamento valida per mandibole atrofiche

di Massimo Gagliani


Ha ragione il presidente della FNOMCeO Filippo Anelli quando all’Agenzia ANSA denuncia che “in una fase così delicata per il nostro Paese, con un'epidemia in corso e con una campagna...

di Norberto Maccagno


Attraverso il nuovo software OrisLab Q abbiamo simulato i nuovi adempimenti legati alla direttiva sui dispositivi medici in vigore dal 26 maggio


Il Presidente CAO Cosenza ricorre contro la proclamazione degli eletti a revisore dei conti FNOMCeO. “Una questione di principio per tutelare i diritti degli odontoiatri”          


Il Ministero della Salute emana una circolare sentito il parere del CTS. Non inficia l’efficacia della risposta immunitaria ma consente di aumentare il numero di immunizzati


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri rilancia il Tavolo Tecnico: è il luogo per discutere e concordare le risposte alle problematiche