HOME - Parodontologia
 
 
20 Febbraio 2007

Diabete mellito e rischio parodontale

di R. Farina, L. Minenna, G. Franceschetti, L. Trombelli


Il lavoro si propone di illustrare le potenzialità e l’impatto della terapia parodontale nel miglioramento della prognosi parodontale e dello stato diabetico. In particolare, il caso paradigmatico che viene descritto illustra le fasi non chirurgiche e chirurgiche della terapia di una forma aggressiva di Parodontite in un soggetto affetto da DM di tipo 1. Le modificazioni a livello prognostico indotte dalla terapia parodontale sono illustrate in termini di riduzione del livello di rischio individuale per parodontite, calcolato mediante un metodo di determinazione del rischio da noi recentemente proposto (Dental Cadmos 2007; 3: 19-42). A seguito della terapia, il soggetto ha subito un drastico abbattimento del rischio di progressione della propria parodontite.
Il lavoro suggerisce la necessità di affiancare l’attività clinica parodontale con metodi di monitoraggio del rischio, che possano obiettivare la necessità e l’efficacia delle misure preventive e terapeutiche, e l’importanza di monitorare nei pazienti diabetici il livello sierico di emoglobina glicosilata, coinvolto nella determinazione della risposta alla terapia parodontale e nella comparsa di eventuali recidive della parodontite.

Periodontal prognosis and diabetes. Risk reduction
This article describes the potential impact of periodontal therapy on periodontal prognosis and diabetic status by reporting a case of a patient affected by type I diabetes treated both by non-surgical and surgical therapy because of a generalized aggressive periodontitis. The prognosis modifications induced by periodontal therapy are analysed in terms of individual risk reduction for periodontitis, calculated by means of a method recently proposed by the authors. At the end of the therapy a drastic reduction of the risk of disease progression was observed. The present paper supports the need to include objective methods of risk assessment in periodontal practice in order to establish the need of preventive and therapeutic measures and the importance of controlling serum glycosylated haemoglobin level in diabetic patients, as it is involved in the reaction to periodontal therapy and in periodontitis relapse

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Ferrara
Centro di Ricerca e Servizi
per lo Studio delle Malattie Parodontali
Direttore: prof. L. Trombelli 

Dental Cadmos 2007; 2: 17-24

Articoli correlati

La parodontite aggressiva (AgP) è una forma di parodontite progressiva rapida e grave. Si verifica in assenza di malattie sistemiche ed è caratterizzata da familiarità. L’AgP...

di Lara Figini


Un canale radicolare non trattato è una delle principali cause di fallimento in endodonzia. L’assenza di disinfezione e sagomatura di un canale radicolare può determinare la...

di Simona Chirico


L’epatite C (HCV) è un’infezione virale che colpisce una stima di 71 milioni di persone in tutto il mondo, con oltre 1 milione di nuove infezioni ogni anno. La prevenzione...

di Lara Figini


La parodontite è una malattia infiammatoria cronica derivante da un’infezione opportunistica del biofilm di placca endogena. La parodontite colpisce oltre il 50% degli adulti...

di Giulia Palandrani


Altri Articoli

La nuova stretta del Governo verso i no-vax che dal 10 gennaio ha portato restrizioni a chi non ha il Green pass rafforzato per accedere ai mezzi di trasporto, bar, ristoranti, palestre, piscine etc,...

di Norberto Maccagno


Agorà del Lunedì     16 Gennaio 2022

Comprare vita ai denti

Come mai oltre la metà dei trattamenti periapicali fallisce? La domanda è lo spunto per il prof. Gagliani per fare alcune considerazioni sul tema dei ritrattamenti

di Massimo Gagliani


Sono già 20 le cliniche dentistiche Sanitas che raccolgono mascherine destinate al riciclaggio. Una mascherina FFP2 può impiegare 400 anni per decomporsi


Dall’Università di Ferrara il “Postgraduate Program for Proficiency in Periodontology” diretto dal prof. Trombelli. Iscrizioni entro 28 gennaio


Tra i punti: laurea triennale in facoltà ad indirizzo scientifico-tecnologico; professionista tecnico in ambito sanitario; esclusivo fabbricante di dispositivi medici su misura ad uso odontoiatrico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi